Musica: Mammola trionfa al Premio Nazionale delle Arti

(AGI) - Pescocostanzo (L'Aquila), 30 mag. - Un altro successoprestigioso per il musicista abruzzese Francesco Mammola.Stavolta il brillante polistrumentista ha lasciato il segno inun concorso di caratura internazionale, il Premio ClaudioAbbado nell'ambito dell'XI edizione del Premio Nazionale delleArti finalizzato a valorizzare le eccellenze dell'altaformazione artistica. Al concorso partecipano musicistiprovenienti da tutto il mondo e selezionati dai conservatori edagli istituti musicali piu' prestigiosi d'Italia. Mammola, 25anni, di Pescocostanzo, selezionato dal Conservatorio "A.Casella" dell'Aquila, ha vinto nella sezione "Mandolino"svoltasi all'Istituto Boccherini di Lucca. Si e' cimentato neibrani piu' tecnici e

(AGI) - Pescocostanzo (L'Aquila), 30 mag. - Un altro successoprestigioso per il musicista abruzzese Francesco Mammola.Stavolta il brillante polistrumentista ha lasciato il segno inun concorso di caratura internazionale, il Premio ClaudioAbbado nell'ambito dell'XI edizione del Premio Nazionale delleArti finalizzato a valorizzare le eccellenze dell'altaformazione artistica. Al concorso partecipano musicistiprovenienti da tutto il mondo e selezionati dai conservatori edagli istituti musicali piu' prestigiosi d'Italia. Mammola, 25anni, di Pescocostanzo, selezionato dal Conservatorio "A.Casella" dell'Aquila, ha vinto nella sezione "Mandolino"svoltasi all'Istituto Boccherini di Lucca. Si e' cimentato neibrani piu' tecnici e importanti del repertorio specifico difronte a una giuria eccelsa composta da Oscar Ghiglia,professore di chitarra classica in prestigiosi istituti europeied americani, Norberto Goncalves da Cruz, docente di mandolinoal Conservatorio di Madeira in Portogallo, Adriano Del Sal,docente di chitarra all'Universita' di Graz in Austria. "E' unasoddisfazione indescrivibile" ha commentato Mammolavisibilmente emozionato appena appresa la notizia "ancor piu'se penso alle mie radici e al percorso che ho fatto cominciandoda autodidatta, suonando con gli amici, proseguendo poi alconservatorio Casella con il docente di mandolino Maestro FabioGiudice e poi i concerti in Italia e all'estero fino adarrivare a questo successo cosi' prestigioso". "Tutto cio'" haconcluso il musicista "e' la dimostrazione che si possonoraggiungere successi importanti anche lontano dai grandi centrie io sono contento di averlo fatto dal paese che amo e cioe' daPescocostanzo". (AGI)Ett