MACERIE: PRESELEZIONE IN CENTRO STORICO E ADEGUAMENTO SITI

(AGI) - L'Aquila, 12 mar. - Sono stati definiti i dettagli perl'eliminazione delle macerie dal centro storico dell'Aquila edegli altri comuni del cratere nel corso della riunione che sie' tenuta ieri sera a Palazzo Silone, coordinata dalCommissario delegato, Gianni Chiodi. All'incontro hannopartecipato rappresentanti del Ministero dell'Ambiente, dellaProtezione civile, della Regione Abruzzo, della Provinciadell'Aquila, del Comune dell'Aquila, della Struttura GestioneEmergenza, della Struttura tecnica di missione, dell'Esercito,dei Vigili del fuoco, dell'Asm e dell'Arpa. La priorita' dilavoro, sulla quale essere operativi da subito, e' la rimozionedelle macerie attualmente presenti in strade e

(AGI) - L'Aquila, 12 mar. - Sono stati definiti i dettagli perl'eliminazione delle macerie dal centro storico dell'Aquila edegli altri comuni del cratere nel corso della riunione che sie' tenuta ieri sera a Palazzo Silone, coordinata dalCommissario delegato, Gianni Chiodi. All'incontro hannopartecipato rappresentanti del Ministero dell'Ambiente, dellaProtezione civile, della Regione Abruzzo, della Provinciadell'Aquila, del Comune dell'Aquila, della Struttura GestioneEmergenza, della Struttura tecnica di missione, dell'Esercito,dei Vigili del fuoco, dell'Asm e dell'Arpa. La priorita' dilavoro, sulla quale essere operativi da subito, e' la rimozionedelle macerie attualmente presenti in strade e piazze delcentro storico dell'Aquila, ma anche delle frazioni e deglialtri Comuni. Per quanto riguarda il "cuore" del capoluogo, sitratta per lo piu' di macerie derivanti dalle opere di messa insicurezza realizzate dalle ditte negli ultimi mesi. Ditte che aseguito della firma dell'ordinanza del Presidente del Consigliodei Ministri, e resa nota ieri, potranno d'ora in poieffettuare il trasporto delle stesse. Per facilitare ilcompito delle imprese che andranno a lavorare nel centrostorico e quello dei Vigili del fuoco e dell'Esercito, checontinueranno l'opera di raccolta delle macerie, sarannoindividuati al piu' presto dal Comune e dalla Provincia, con ilsupporto degli stessi Vigili del fuoco e dei tecnici dellaSogesid (s.p.a. del Ministero dell'Ambiente), alcuni luoghi incentro storico - o nelle zone a ridosso di esso - dove lemacerie verranno pre-selezionate e separate con l'impiego diappositi container scarrabili. Contemporaneamente, l'esercitoportera' avanti l'opera di miglioramento della viabilita'esterna allo stabilimento ex Teges sulla base di progetti gia'redatti al momento dell'individuazione del sito, mentre laSogesid si occupera' del suo pieno adeguamento funzionale.Continuano, inoltre, anche le attivita' finalizzateall'allestimento del sito di Barisciano, e di un'ulterioreeventuale macro area per lo stoccaggio provvisorio, e allapianificazione delle attivita' volte al recupero. (AGI)Com/Ett