Legalita': tappa a Pescara per la barca Altair

(AGI) - Pescara, 3 giu. - Ha fatto tappa oggi al porto turistico di Pescara, dov...

(AGI) - Pescara, 3 giu. - Ha fatto tappa oggi al porto turistico di Pescara, dove rimarra' fino al 15 giugno, Altair, l'imbarcazione che e' stata ristrutturata dalla associazione Sail for Children dopo la confisca da parte della Guardia di Finanza a largo della costa di Roccella Ionica, quando sono stati trovati a bordo 58 immigrati clandestini. Proprio stamani hanno preso il via le visite a bordo dei ragazzi delle scuole ai quali l'associazione intende "trasmettere il senso della legalita' e la cultura del mare", ha spiegato il rappresentante dell'associazione Carlo Maria Cesari. Sail for children, che e' affiancata in questo progetto dalla Marina Militare, effettuera' una serie di uscite in mare proprio con questa barca, che e' "il simbolo della legalita'", e coinvolgera' nelle veleggiate "tutti i bambini interessati che ne faranno richiesta". Dopo Pescara, Altair sara' su "tutta la costa adriatica, per partecipare alle regate" e tra le tappe previste ci sono Ortona (Chieti), Ancona e probabilmente anche la "Barcolana". "L'idea e' di girare tutta l'Italia, di modo che questo simbolo possa raggiungere tutti i porti della penisola", ha detto sempre Cesari. Questa imbarcazione, hanno aggiunto dalla Capitaneria di Porto, "ha ospitato persone in difficolta' ed e' un testimone che noi abbiamo preso e cercato di valorizzare per favorire in modo intelligente la cultura dell'accoglienza e trasmetterla ai ragazzi". (AGI)
Pe1/Ett