Lavoro: Confesercenti, semestre nero per provincia L'Aquila

(AGI) - L'Aquila, 15 set. - Nuovo crollo delle impreseartigiane di costruzioni e del commercio al dettaglio inprovincia dell'Aquila. Secondo il rilevamento condotto dallaConfesercenti infatti nella provincia aquilana la crisi nondemorde e nei primi sei mesi dell'anno si e' portata via 386imprese artigiane, 168 attivita' commerciali al dettaglio, 94fra bar e ristoranti. Un semestre nero, quello denunciatodall'associazione delle piccole imprese aquilane, al quale e'seguita un'estate critica sul fronte turistico che non lasciapresagire nulla di buono. Analizzando i dati nel dettaglio, asoffrire di piu' nel settore artigiano e' il segmento delle

(AGI) - L'Aquila, 15 set. - Nuovo crollo delle impreseartigiane di costruzioni e del commercio al dettaglio inprovincia dell'Aquila. Secondo il rilevamento condotto dallaConfesercenti infatti nella provincia aquilana la crisi nondemorde e nei primi sei mesi dell'anno si e' portata via 386imprese artigiane, 168 attivita' commerciali al dettaglio, 94fra bar e ristoranti. Un semestre nero, quello denunciatodall'associazione delle piccole imprese aquilane, al quale e'seguita un'estate critica sul fronte turistico che non lasciapresagire nulla di buono. Analizzando i dati nel dettaglio, asoffrire di piu' nel settore artigiano e' il segmento dellecostruzioni, con la chiusura di 211 partite Iva, quasi la meta'del crollo che l'intero artigianato aquilano ha lasciato sulcampo fra gennaio e giugno. Nel terziario invece soffre di piu'il commercio al dettaglio non alimentare, che in soli sei mesiha visto abbassare le saracinesche di 30 negozi alimentari e138 di altri altri settori, prevalentemente abbigliamento,tessile, calzature. Uniche note positive le aperture di 46nuove imprese di alloggio e ristorazione, segno di una forteattenzione da parte delle nuove generazioni verso il potenzialeturistico del territorio. "Sulle nostre spalle pesa l'enormedifficolta' di accedere al credito - sottolinea il presidenteprovinciale di Confesercenti L'Aquila Domenico Venditti - contassi finali elevatissimi e una richiesta continua di garanzieal quale si riesce a far fronte solo parzialmente e solo grazieai confidi. Non vediamo tuttavia una dovuta attenzione suquesto fronte da parte delle istituzioni locali, ne' vediamo iComuni fronteggiare l'abusivismo che fra le attivita'artigianali sta mietendo decine di vittime". "Nel breve periodoagevolare l'accesso al credito e' l'unica strada percorribile -aggiunge il direttore provinciale dell'associazione Carlo Rossi- ma occorre strutturalmente ridare fiato alla domanda interna.Il patto per la Marsica e' solo uno dei primi passi, ma da solonon basta: c'e' assolutamente bisogno di una mobilitazionestraordinaria per sostenere il reddito delle aree interne.Senza questa azione sarebbe impossibile immaginare una ripresadelle attivita' commerciali ed artigianali, e il turismo dasolo non puo' bastare". (AGI)