Incendio discarica Chieti: M5S, iniziative anche governative

(AGI) - Pescara, 29 giu . -"Mi attivero' per chiedere al miocollega Stefano Vignaroli, vice presidente della Commissionebicamerale di inchiesta sulle attivita' illecite connesse alciclo di rifiuti, di aprire un fascicolo per fare luce suquesta vicenda. Inoltre, presenteremo un'interrogazioneparlamentare al ministro della Giustizia per fare lucesull'operato della procura di Chieti". Lo ha detto il deputatodel M5S, Gianluca Vacca, nel corso di una conferenza stampa aPescara sulla questione dell'incendio della discarica di ColleMarconi a Chieti. Presenti all'incontro con i giornalisti anchei consiglieri regionali Sara Marcozzi e Domenico Pettinari, ilconsigliere comunale

(AGI) - Pescara, 29 giu . -"Mi attivero' per chiedere al miocollega Stefano Vignaroli, vice presidente della Commissionebicamerale di inchiesta sulle attivita' illecite connesse alciclo di rifiuti, di aprire un fascicolo per fare luce suquesta vicenda. Inoltre, presenteremo un'interrogazioneparlamentare al ministro della Giustizia per fare lucesull'operato della procura di Chieti". Lo ha detto il deputatodel M5S, Gianluca Vacca, nel corso di una conferenza stampa aPescara sulla questione dell'incendio della discarica di ColleMarconi a Chieti. Presenti all'incontro con i giornalisti anchei consiglieri regionali Sara Marcozzi e Domenico Pettinari, ilconsigliere comunale di Chieti Ottavio Argenio, e ilconsigliere comunale di Bucchianico (Chieti), Alfredo Mantini.Da parte sua, Sara Marcozzi ha parlato di "disastro annunciato"e ha detto che "la discarica di Colle Marconi e' solo untassello del macabro mosaico di discariche abusive della nostraregione. I siti potenzialmente inquinati, come abbiamodenunciato gia' piu' di un anno e mezzo fa, sono circa mille.La discarica di Colle Marconi e' solo l'inizio". Marcozzi hapoi puntato il dito contro i Comuni e la Regione parlando "diinerzia" e ha chiesto di "portare in consiglio regionale ilpiano delle bonifiche come previsto dal codice dell'ambiente edi reperire i fondi per bonificare il territorio abruzzese".Nel mirino della rappresentante del M5S anche la procuraperche' "le inchieste sono nate nel 2009 e i faldoni con idocumenti sono rimasti abbandonati all'interno della discarica.Documenti che, stando a quanto apprendiamo dai giornali,potrebbero ricondurre all'inceneritore di Acerra. Qualcosa inpiu' forse poteva essere fatto e i faldoni potevano esseresequestrati". Secondo il consigliere Argenio "il Comune diChieti si sarebbe dovuto attivare per la bonifica. Questo sitoe' conosciuto almeno dal 2009 e cioe' da quando e' partito ilprocedimento penale. Il Movimento 5 Stelle - ha aggiunto - gia'dal febbraio 2014 aveva posto all'attenzione delle autorita'competenti la presenza di questo sito. Avevamo anche fattonotare che la strada provinciale che conduce al sito erainterrotta a causa di una frana. Una circostanza che ha resoimpossibile l'intervento dei mezzi di soccorso". (AGI)Pe2/Ett

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it