Ilva: Landini, possibile intervento pubblico ma pensando a futuro

(AGI) - Pescara, 3 dic. - . "Un intervento pubblico deve esserepensato avendo una visione del futuro e dei settori che sonoconsiderati strategici. In questo senso, sicuramente la vicendadell'Ilva ha questo significato perche' un paese, per rimanereindustriale, deve avere una industria siderurgica degna diquesto nome". Lo ha detto il segretario generale della FiomCgil, Maurizio Landini, oggi a Pescara, per partecipareall'attivo regionale del sindacato. "E li' c'e' un doppioproblema, cioe' - ha spiegato Landini - un problema cheriguarda un assetto proprietario privato che non ha funzionatoma, anzi, ha creato dei problemi,

(AGI) - Pescara, 3 dic. - . "Un intervento pubblico deve esserepensato avendo una visione del futuro e dei settori che sonoconsiderati strategici. In questo senso, sicuramente la vicendadell'Ilva ha questo significato perche' un paese, per rimanereindustriale, deve avere una industria siderurgica degna diquesto nome". Lo ha detto il segretario generale della FiomCgil, Maurizio Landini, oggi a Pescara, per partecipareall'attivo regionale del sindacato. "E li' c'e' un doppioproblema, cioe' - ha spiegato Landini - un problema cheriguarda un assetto proprietario privato che non ha funzionatoma, anzi, ha creato dei problemi, e c'e' il fatto che nonpossiamo ripetere l'esperienza Ilva o l'esperienza Alitalia.Non possiamo pensare - ha proseguito - che si scarichino sullacollettivita' i debiti di una situazione o che si venda alprimo gruppo straniero, di fatto regalando l'azienda. In questosenso io penso che li' un intervento pubblico significhi averemanager seri, fare investimenti, recuperare soldi che lafamiglia Riva aveva portato all'estero e determinare lecondizioni di un eventuale accordo anche internazionale che siaaccordo e non sia una svendita. Puo' essere significativo epuo' essere un' opportunita', chiedendo anche ai privati lostesso impegno perche' far ripartire gli investimenti. Vuoldire - ha infine commentato il segretario generale della Fiom -che il pubblico deve ricominciare ad investire ma anche iprivati devono ricominciare ad investire, valorizzando chi lofa con politiche che favoriscono questo livello di intervento".(AGI)