Filovia Pescara: Russo, confermate nostre tesi e ora avanti tutta

(AGI) - Pescara, 3 lug. - Il presidente della Gtm Michele Russointerviene sulle sentenze del Tar che riguardano larealizzazione della filovia e commenta che il Tribunaleamministrativo ha, di fatto, "confermato le tesi che la Gtm hasempre sostenuto. Nessuno degli enti a cui e' stato presentatoricorso fino ad oggi si e' opposto all'intervento, per cuiavanti tutta" - dice Russo. Dopo aver appreso delpronunciamento del Tar, Russo fa notare che per la giustiziaamministrativa "non c'e' un danno ambientale, e il Comitato Viapotra' occuparsi della valutazione alla conclusione dell'operaper capire se le prescrizioni

(AGI) - Pescara, 3 lug. - Il presidente della Gtm Michele Russointerviene sulle sentenze del Tar che riguardano larealizzazione della filovia e commenta che il Tribunaleamministrativo ha, di fatto, "confermato le tesi che la Gtm hasempre sostenuto. Nessuno degli enti a cui e' stato presentatoricorso fino ad oggi si e' opposto all'intervento, per cuiavanti tutta" - dice Russo. Dopo aver appreso delpronunciamento del Tar, Russo fa notare che per la giustiziaamministrativa "non c'e' un danno ambientale, e il Comitato Viapotra' occuparsi della valutazione alla conclusione dell'operaper capire se le prescrizioni sono state eseguite. Emerge anchequanto sia inesistente l'allarme sociale su questo intervento.Il numero dei ricorrenti e' esiguo e, rispetto all'estensionedell'opera, tra Pescara e Montesilvano, rappresentano unascarsa minoranza che difende solo il proprio giardinetto sottocasa". Guardando indietro Russo fa anche un rapido excursus ditutti i ricorsi presentati contro la filovia, "all'Autorità divigilanza dei contratti pubblici, alla Commissione europea, alComitato Via e poi al Tar, oltre alle denunce penali (siattende ancora di sapere se si procedera' all'archiviazione).Fino ad ora nessuno si e' espresso in maniera ostativa, a partealcune prescrizioni del Comitato Via". C'e' poi una valutazionepolitica su chi si e' sempre battuto contro l'intervento incorso. "Il no alla filovia - conclude Russo - e' stato ilcavallo di battaglia di tre persone, nell'ultima campagnaelettorale, e cioe' Loredana Di Paola, Mario Sorgentone, eMaurizio Acerbo, ma nessuno di loro ha ottenuto un consensosignificativo". (AGI) Pe1/Bru