Farmaci scaduti: Nas ad Avezzano, allarme anche in Rianimazione

(AGI) - Avezzano, 24 giu. - Nuovo blitz dei carabinieri del Nasnell'ospedale di Avezzano (L'Aquila), dove un primo controlloera scattato il 12 giugno scorso e aveva portato allaindividuazione, in tre reparti del nosocomio, di una settantinadi farmaci scaduti. Nella giornata di ieri tre squadre delNucleo Antisofisticazioni e Sanita' di Pescara, agli ordini delcapitano Domenico Candelli, hanno effettato una secondaispezione, stavolta approfondita in tutto l'ospedale, cosi'come disposto dal Procuratore della Repubblica di Avezzano,Maurizio Maria Cerrato, che sta coordinando l'inchiesta. Aquanto sembra il controllo di ieri avrebbe fatto emergere nuoveirregolarita', sempre

(AGI) - Avezzano, 24 giu. - Nuovo blitz dei carabinieri del Nasnell'ospedale di Avezzano (L'Aquila), dove un primo controlloera scattato il 12 giugno scorso e aveva portato allaindividuazione, in tre reparti del nosocomio, di una settantinadi farmaci scaduti. Nella giornata di ieri tre squadre delNucleo Antisofisticazioni e Sanita' di Pescara, agli ordini delcapitano Domenico Candelli, hanno effettato una secondaispezione, stavolta approfondita in tutto l'ospedale, cosi'come disposto dal Procuratore della Repubblica di Avezzano,Maurizio Maria Cerrato, che sta coordinando l'inchiesta. Aquanto sembra il controllo di ieri avrebbe fatto emergere nuoveirregolarita', sempre per quanto riguarda la presenza dimedicinali scaduti - pare una settatina di scatole in tutto -che sarebbero stati rinvenuti perfino nel reparto diRianimazione, nonostante l'allarme scattato nello stessoospedale, proprio sulla stessa problematica, meno di duesettimane fa. Stavolta le confezioni di farmaci su cui si e'concentrata l'attenzione dei Nas sarebbero state scovate insette reparti e pare che fossero gia' pronte per lasomministrazione, sui carrelli, nonostante la scadenza indicatasulle scatole stesse (in alcuni casi il termine ultimo perl'utilizzo sarebbe stato superato due anni fa). Si prevedequindi la segnalazione all'autorita' giudiziaria anche per imedici e per il personale infermieristico dei reparti finitiieri nel mirino dei carabinieri. Nei giorni scorsi, dopo ilcontrollo del 12 giugno, erano gia' state denunciate cinquepersone, tra medici e infermieri. I recenti controlli deimilitari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanita' hannointeressato anche altre strutture della regione Abruzzo, e inalcuni casi l'intervento e' scaturito dalle segnalazioni deicittadini per presunte anomalie strutturali e nei servizi.(AGI) Pe1/Ett

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it