Farmaceutica: Chiodi (Fi), polo aquilano produzione di valore

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "Sono compiaciuto che in Abruzzo unlaureato su tre e' impiegato nel settore farmaceutico e cheL'Aquila e' ormai un polo d'avanguardia sia per la produzione ela ricerca che per l'alta incidenza degli addetti farmaceuticisul totale manifatturiero in Italia". E' il commento delconsigliere regionale di Forza Italia Gianni Chiodi al convegnodi Farmindustria che si e' tenuto venerdi' scorso a L'Aquil contutte le imprese del settore. "Il rilancio del polofarmaceutico aquilano - continua Chiodi - fu indicato tra lecinque priorita' fissate dalla Regione per la rinascitaeconomica e

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "Sono compiaciuto che in Abruzzo unlaureato su tre e' impiegato nel settore farmaceutico e cheL'Aquila e' ormai un polo d'avanguardia sia per la produzione ela ricerca che per l'alta incidenza degli addetti farmaceuticisul totale manifatturiero in Italia". E' il commento delconsigliere regionale di Forza Italia Gianni Chiodi al convegnodi Farmindustria che si e' tenuto venerdi' scorso a L'Aquil contutte le imprese del settore. "Il rilancio del polofarmaceutico aquilano - continua Chiodi - fu indicato tra lecinque priorita' fissate dalla Regione per la rinascitaeconomica e sociale del cratere. Un'azione determinante ful'inserimento nella legge 77/2009 della riserva del 5% suifondi della ricostruzione da destinare allo sviluppo socioeconomico del cratere e in quell'occasione tra i principalisettori inserimmo anche la farmaceutica. I contratti disviluppo che a luglio di quest'anno sono stati firmati daSanofi Aventis e Dompe' sono il frutto di quelle risorse"."Inoltre - ricorda l'ex presidente della Regione - come Giuntaabbiamo sempre creduto nella forza trainante dell'innovazione,per questo destinammo piu' di 100 milioni per la ricerca esviluppo e una consistente quota di fondi europei Fesr per larealizzazione dei Poli di innovazione. Capitank, il polo diinnovazione chimicofarmaceutico abruzzese e' stato un progettosostenuto dalla mia Giunta, che oggi comprende 42 soci epromuove crescita e competitivita' delle imprese che ne fannoparte". "Sono d'accordo - prosegue Chiodi - con il presidentedi Farmindustria secondo cui non ci dovrebbero essere dellegare regionali ma bisognerebbe decidere le negoziazioni deifarmaci a livello centrale. Ma quando mi sono insediato comecommissario non esistevano neanche le gare regionali suifarmaci ma ogni Asl aveva la sua autonomia con elevate sacchedi sprechi. Con la prima gara per farmaci e vaccini che abbiamofatto nel 2011 abbiamo risparmiato 64 milioni di euro in treanni, con un ribasso del 23% sui farmaci e del 12% sui vaccini.Per questa ragione, prima della fine del mio mandato dacommissario ho dato disposizione agli uffici regionali con undecreto di procedere ad una nuova gara per farmaci e vaccini.Sono soddisfatto - conclude Chiodi - nel constatare chel'Abruzzo e soprattutto L'Aquila, che ha dovuto superare anchele difficolta' causate dal sisma, sono oggi una realta'vincente a livello nazionale nel settore farmaceutico, e' laconferma che le decisioni prese in questi anni sono andatenella giusta direzione". (AGI)