Export: Banca Adriatico, distretti Abruzzo ancora in calo

(AGI) - L'Aquila, 16 lug. - Nel primo trimestre del 2014subiscono ancora un forte calo le esportazioni dei cinquedistretti industriali abruzzesi (-12,4%). L'Abruzzo risultaessere tra le regioni italiane maggiormente in difficolta'.Incide sull'andamento negativo dei distretti abruzzesi ilcrollo dell'export dell'abbigliamento sud abruzzese checontinua infatti a seguire una dinamica negativa (-65%). Passain territorio negativo anche la pasta di Fara (-9,7%) mentreconsegue ottimi risultati l'abbigliamento nord abruzzese(+21,9%) e continuano a registrare buone performance i vini diMontepulciano (+8,7%) e il mobilio abruzzese (+10,1%). Semprein difficolta' il Polo ICT dell'Aquila (-76,1%). Sono questi i

(AGI) - L'Aquila, 16 lug. - Nel primo trimestre del 2014subiscono ancora un forte calo le esportazioni dei cinquedistretti industriali abruzzesi (-12,4%). L'Abruzzo risultaessere tra le regioni italiane maggiormente in difficolta'.Incide sull'andamento negativo dei distretti abruzzesi ilcrollo dell'export dell'abbigliamento sud abruzzese checontinua infatti a seguire una dinamica negativa (-65%). Passain territorio negativo anche la pasta di Fara (-9,7%) mentreconsegue ottimi risultati l'abbigliamento nord abruzzese(+21,9%) e continuano a registrare buone performance i vini diMontepulciano (+8,7%) e il mobilio abruzzese (+10,1%). Semprein difficolta' il Polo ICT dell'Aquila (-76,1%). Sono questi i principali risultati che emergono dal Monitordei distretti dell'Abruzzo curato dal Servizio Studi e Ricerchedi Intesa Sanpaolo per Banca dell'Adriatico. "L'analisi complessiva dell'orientamento geografico delleesportazioni abruzzesi - commenta Roberto Dal Mas, direttoregenerale di Banca dell'Adriatico - mette in evidenza nel primotrimestre del 2014 una riduzione dei flussi commercialiindirizzati sia verso i principali mercati di riferimentoeuropei ed extraeuropei (Svizzera, Francia, Regno Unito,Germania, Stati Uniti e Giappone), sia su importanti nuovimercati (Federazione Russa in primis, Ucraina, Hong Kong,Emirati Arabi Uniti, Cina)."Si registrano segnali contrastanti dal mercato del lavoro neidistretti abruzzesi in questa prima parte del 2014. Nei primitre mesi dell'anno sono complessivamente diminuite le oreautorizzate di CIG. In particolare sono considerevolmentecalate le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni (CIG)ordinaria; tuttavia hanno registrato un rilevante incrementoquelle di CIG straordinaria (CIGS), richieste soprattutto insituazioni di crisi aziendali. (AGI)Red/Ett