Enogastronomia: per Guida Touring Elodia "Cucina d'autore"

(AGI) - L'Aquila, 6 ott. - "Esperienza gastronomica di altolivello". Cosi' la celebre guida "Alberghi e Ristorantid'Italia" per l'anno 2016, edita dal Touring Club e diventataormai un must-have all'interno del panorama delle guide disettore, definisce la cucina di Elodia. I due espertienogastronomi, Teresa e Luigi Cremona, a capo della squadra diispettori Touring, hanno consegnato nella serata di ieri aNadia Moscardi, chef di Elodia, il prestigioso riconoscimentodi "Cucina d'autore", nell'ambito di una cerimonia dedicata aRoma. "Il fiore all'occhiello della cucina italiana" e ancora"piatti perfettamente eseguiti e valorizzazione degliingredienti naturali": questa

(AGI) - L'Aquila, 6 ott. - "Esperienza gastronomica di altolivello". Cosi' la celebre guida "Alberghi e Ristorantid'Italia" per l'anno 2016, edita dal Touring Club e diventataormai un must-have all'interno del panorama delle guide disettore, definisce la cucina di Elodia. I due espertienogastronomi, Teresa e Luigi Cremona, a capo della squadra diispettori Touring, hanno consegnato nella serata di ieri aNadia Moscardi, chef di Elodia, il prestigioso riconoscimentodi "Cucina d'autore", nell'ambito di una cerimonia dedicata aRoma. "Il fiore all'occhiello della cucina italiana" e ancora"piatti perfettamente eseguiti e valorizzazione degliingredienti naturali": questa e' la "Cucina d'autore" per lacelebre guida Touring. "Crediamo profondamente nel nostrolavoro - ha voluto sottolineare Nadia Moscardi - Con Vilma eAntonello ci proponiamo di salire sempre nuovi gradini verso laqualita', il controllo e la scelta delle materie prime e laloro elaborazione. La nostra ispirazione e' la terra aquilana,madre di varieta' e freschezza: il nostro impegno, i nostririconoscimenti sono solo omaggio e cura verso le primizie dicui ci fa dono". Per Elodia e i tre fratelli Moscardi - Nadiae' affiancata in cucina dalla sorella Vilma, mentre la gestionedella sala fa capo al fratello Antonello, sommelier di lungocorso - si tratta di una nuova conferma, una "stella" chearricchisce il nutrito "medagliere" fin qui collezionato dalristorante aquilano. (AGI)