Crisi: Cgil-Uil, in Abruzzo disoccupati il 42% dei giovani

(AGI) - Pescara, 8 dic. - In Abruzzo la crisi morde, al puntoda lasciare disoccupati il 42% dei giovani, da aver gia' perso54.000 posti di lavoro, da aver autorizzato (tra gennaio eottobre di quest'anno) 26.875.532 ore di cassa integrazione. Loaffermano in una nota congiunta i segretari generali della Cgile della Uil Abruzzo, rispettivamente Gianni Di Cesare e RobertoCampo. Numeri - osservano - che raccontano una situazionepesante e che dura ormai da troppi anni, che la Giuntaregionale deve affrontare con efficacia per evitare che sugliabruzzesi pesi una vasta desertificazione di lavoro e

(AGI) - Pescara, 8 dic. - In Abruzzo la crisi morde, al puntoda lasciare disoccupati il 42% dei giovani, da aver gia' perso54.000 posti di lavoro, da aver autorizzato (tra gennaio eottobre di quest'anno) 26.875.532 ore di cassa integrazione. Loaffermano in una nota congiunta i segretari generali della Cgile della Uil Abruzzo, rispettivamente Gianni Di Cesare e RobertoCampo. Numeri - osservano - che raccontano una situazionepesante e che dura ormai da troppi anni, che la Giuntaregionale deve affrontare con efficacia per evitare che sugliabruzzesi pesi una vasta desertificazione di lavoro e reddito.E deve farlo investendo le poche risorse di cui dispone neisettori a piu' alta intensita' di lavoro ed elaborando un pianostraordinario per l'occupazione, stimolando gli investimenti.Tutto cio' senza dimenticare gli errori e l'inefficacia dellepolitiche nazionali messe in campo dal governo, la loroiniquita' e l'attacco ai diritti sociali. Ce n'e' quanto basta- concludono Di Cesare e Campo - per proclamare uno scioperogenerale, il 12 dicembre, e per chiamare gli abruzzesi ascendere in piazza, a Pescara, dove si svolgera' lamanifestazione regionale. (AGI)Red/Ett