Criminalita': Savina, Abruzzo preservato da forze dell'ordine

(AGI) - Pescara, 17 giu. - La grande criminalita' in Abruzzo "non passa perche' ...

(AGI) - Pescara, 17 giu. - La grande criminalita' in Abruzzo "non passa perche' questa e' una regione fatta di persone perbene, che rispettano le regole e perche' sono brave le forze dell'ordine, non soltanto la polizia, ma anche i carabinieri e la guardia di finanza. La squadra dello Stato qui e' altamente efficiente". Lo ha detto il vicecapo vicario della Polizia di Stato, Luigi Savina, a margine del convegno, "La sicurezza al centro - Comuni, Stato e Regione insieme" , in corso a Pescara. All'incontro, promosso dal presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, sono presenti anche il sottosegretario alla Presidenza Marco Minniti, autorita' delegata per la Sicurezza della Repubblica, il generale Luigi Robusto, comandante del Comando Carabinieri del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, e il generale Flavio Aniello, comandante regionale della Guardia di Finanza. Savina conosce molto bene l'Abruzzo essendo nato a Chieti ed avendo diretto tra il 1991 e il 1993 la Squadra Mobile di Pescara. (AGI)
Pe2/Ett