Corruzione: Orlandi, Agenzia ha sviluppato forti anticorpi

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "L'Agenzia e' un corpo sano, che haimparato a sviluppare dei forti anticorpi" per contrastare ognisituazione di ambiguita'. Questo il messaggio lanciato oggi daldirettore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi nelcorso della tavola rotonda "Noi contro la corruzione", tenutasi a L'Aquila presso la Sezione Giurisdizionale dellaCorte dei Conti e moderata da Maria Silvia Sacchi, giornalistadel "Corriere della Sera". Presenti il presidentedell'Autorita' nazionale anticorruzione Raffaele Cantone (invideo conferenza) il presidente di Libera don Luigi Ciotti, ilProcuratore aggiunto della Repubblica di Milano FrancescoGreco. Orlandi ha ribadito l'impegno dell'Agenzia

(AGI) - L'Aquila, 15 dic. - "L'Agenzia e' un corpo sano, che haimparato a sviluppare dei forti anticorpi" per contrastare ognisituazione di ambiguita'. Questo il messaggio lanciato oggi daldirettore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi nelcorso della tavola rotonda "Noi contro la corruzione", tenutasi a L'Aquila presso la Sezione Giurisdizionale dellaCorte dei Conti e moderata da Maria Silvia Sacchi, giornalistadel "Corriere della Sera". Presenti il presidentedell'Autorita' nazionale anticorruzione Raffaele Cantone (invideo conferenza) il presidente di Libera don Luigi Ciotti, ilProcuratore aggiunto della Repubblica di Milano FrancescoGreco. Orlandi ha ribadito l'impegno dell'Agenzia non solo nelpunire i comportamenti scorretti, ma soprattutto nelprevenirli. Due le direttrici d'azione, che si muovono entrambesul binario del cambiamento, organizzativo e culturale."L'Amministrazione finanziaria si e' dotata, infatti, di unpiano triennale che sistematizza le misure di prevenzione delfenomeno corruttivo e - ha spiegato Orlandi - attraversoiniziative di formazione e comunicazione, sensibilizzacontinuamente il personale sui principi dell'etica e dellatrasparenza. Questo per evitare che poche mele marce dannegginodecine di migliaia di persone oneste che lavorano ogni giornoin Agenzia delle Entrate con responsabilita' e senso diappartenenza. Dobbiamo essere noi per primi a tenere pulita lanostra casa - ha osservato - intercettando e punendo icomportamenti scorretti che rischiano di diventare una zavorra"per i funzionari leali e appassionati al loro lavoro. (AGI)Ett