Bimbo ucciso: padre lascia carcere per casa cura di Aversa

(AGI) - Pescara 2 dic.- Massimo Maravalle, l'uomo di 47 anniche in preda a un delirio il luglio scorso ha ucciso il figlioadottivo Maxim, lascia il carcere di Pescara per esseretrasferito in giornata alla casa di cura e custodia annessaall'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa (Caserta). Ilprovvedimento e' stato disposto dal gip del Tribunale diPescara, Gianluca Sarandrea, a seguito dell'udienza didiscussione della perizia del prof. Renato Ariatti, che haconcluso sostenendo l'incapacita' di intendere e di volere diMaravalle all'epoca dei fatti e la persistenza di "quoteattenuate di pericolosita' sociale" che richiedono per

(AGI) - Pescara 2 dic.- Massimo Maravalle, l'uomo di 47 anniche in preda a un delirio il luglio scorso ha ucciso il figlioadottivo Maxim, lascia il carcere di Pescara per esseretrasferito in giornata alla casa di cura e custodia annessaall'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa (Caserta). Ilprovvedimento e' stato disposto dal gip del Tribunale diPescara, Gianluca Sarandrea, a seguito dell'udienza didiscussione della perizia del prof. Renato Ariatti, che haconcluso sostenendo l'incapacita' di intendere e di volere diMaravalle all'epoca dei fatti e la persistenza di "quoteattenuate di pericolosita' sociale" che richiedono per il47enne una custodia in una struttura protetta e il prosieguodelle cure farmacologiche. (AGI)