Ambiente: il Maalox di Aventis in progetto riduzione gas serra

(AGI) - Scoppito (L'Aquila), 8 giu. - Per la prima volta inItalia un farmaco partecipa ad un programma per calcolare eridurre le emissioni di gas a effetto serra attribuibili al suociclo di produzione. Il pogetto e' stato denominato "Improntaambientale". Si tratta di Maalox, il noto antiacido per iltrattamento sintomatico del bruciore e dell'iperacidita' distomaco, prodotto nello stabilimento Sanofi di Scoppito(L'Aquila). Lo rende noto la stessa azienda. "Con ben seistabilimenti che attraversano l'Italia da nord a sud,contribuendo all'economia italiana con oltre 350 milioni dieuro di fatturato, 90% del quale ricavato dalle

(AGI) - Scoppito (L'Aquila), 8 giu. - Per la prima volta inItalia un farmaco partecipa ad un programma per calcolare eridurre le emissioni di gas a effetto serra attribuibili al suociclo di produzione. Il pogetto e' stato denominato "Improntaambientale". Si tratta di Maalox, il noto antiacido per iltrattamento sintomatico del bruciore e dell'iperacidita' distomaco, prodotto nello stabilimento Sanofi di Scoppito(L'Aquila). Lo rende noto la stessa azienda. "Con ben seistabilimenti che attraversano l'Italia da nord a sud,contribuendo all'economia italiana con oltre 350 milioni dieuro di fatturato, 90% del quale ricavato dalle esportazionicommenta Alexander Zehnder, presidente e Ad Sanofi Italia - lanostra azienda vanta una presenza industriale straordinaria nelpanorama manifatturiero dell'industria farmaceutica italiana.Questo comporta anche delle responsabilita'. Nei nostri siti,ogni anno, vengono confermate importanti certificazioniinternazionali e si registrano riduzioni nei consumi di acquaed energia elettrica. In alcuni casi, abbiamo costruitoimpianti di cogenerazione e tri-generazione per produrreinternamente energia e ridurre il consumo complessivo"."L'analisi dell''Impronta ambientale' - spiega AnnaletiziaBaccante, direttore dello stabilimento Sanofi di Scoppito - e'un capitolo nuovo nella cultura del nostro sito. Abbiamointrapreso questa strada per migliorare la nostra attenzionealla protezione dell'ambiente e abbiamo scelto Maalox comeprodotto pilota, in quanto di largo consumo. Siamo grati alministero dell'Ambiente per averci permesso di entrare inquesto progetto, che ci ha consentito di essere stati i primiin ambito farmaceutico a definire un nuovo standardqualitativo". Lo studio di Impronta ambientale, sviluppato inconformita' alla normativa ISO / TS 14067 sulle compresseMaalox 400 + 400 mg prodotte per il mercato italiano, haidentificato le principali fonti di emissione in tutte le fasidi produzione del prodotto: approvvigionamento delle materieprime, produzione, distribuzione, uso e smaltimento,evidenziando azioni di miglioramento per la riduzione delconsumo di energia e di materie prime. (AGI)Ett