ABRUZZORINASCE: A L'AQUILA NUOVA CASA STUDENTE DONO LOMBARDIA

(AGI) - L'Aquila, 4 nov. - Centoventidue posti letto realizzatiin 87 giorni con un costo di 7,5 milioni. E' la nuova casadello studente, dono della Regione Lombardia all'Abruzzo,colpito dal terremoto del 6 aprile, inaugurata oggi a Coppito,su un terreno messo a disposizione dalla Diocesi. "Si tratta -ha sostenuto il presidente della Regione Lombardia, RobertoFormigoni - del primo edificio pubblico che sorge a L'Aquiladopo il terremoto. Un'opera che abbiamo realizzato in tempirecord perche' vogliamo che L'Aquila risorga, che l'universita'rinasca e che l'amicizia tra abruzzesi e lombardi siarafforzata". La struttura, che conta

(AGI) - L'Aquila, 4 nov. - Centoventidue posti letto realizzatiin 87 giorni con un costo di 7,5 milioni. E' la nuova casadello studente, dono della Regione Lombardia all'Abruzzo,colpito dal terremoto del 6 aprile, inaugurata oggi a Coppito,su un terreno messo a disposizione dalla Diocesi. "Si tratta -ha sostenuto il presidente della Regione Lombardia, RobertoFormigoni - del primo edificio pubblico che sorge a L'Aquiladopo il terremoto. Un'opera che abbiamo realizzato in tempirecord perche' vogliamo che L'Aquila risorga, che l'universita'rinasca e che l'amicizia tra abruzzesi e lombardi siarafforzata". La struttura, che conta 58 camere doppie, 6singole per gli studenti diversamente abili, una biblioteca, unauditorium e una sala fitness, intitolata a San Carlo Borromeo,patrono della Lombardia, che si festeggia proprio il 4novembre. "Ce l'abbiamo fatta in 87 giorni - ha insistitoFormigoni - e questa e' la dimostrazione che in Italia le coseche si vogliono fare si possono fare bene e in tempi rapidi"."Con questa struttura - gli ha fatto eco il presidente dellaRegione Abruzzo, Giovanni Chiodi - abbiamo dimostrato che c'e'un federalismo che funziona, ci sono delle regioni ma c'e'anche un'identita' nazionale". I 55 studenti morti durante ilsisma a L'Aquila sono stati ricordati, invece, dal sindacoMassimo Cialente. "La nostra e' la quarta citta' universitariad'Italia - ha sottolineato - e gia' oggi 4.000 ragazzi cheerano da noi a studiare hanno detto che vogliono tornarci. Oggidiamo il segnale politico che l'universita' de L'Aquila ripartea tutti gli effetti. Abbiamo aule ricavate ovunque, in spazimolto diversi della citta', ma si e' ripreso a studiare". (AGI)