A Ortona traversata atleta affetta da diabete mellito tipo 1

(AGI) - Cagliari, 3 lug. - Fa tappa a Ortona "Volando sulleonde della vita", il tour di Monica Priore, giovane atletaaffetta da diabete mellito di tipo 1, che vuole dimostrare achi e' nelle sue condizioni che si puo' avere una vita normaleanche con questa patologia, dimostrando come l'attivita' fisicapuo' migliorare la qualita' della vita. Monica in tutte le suetappe, durante le quali effettuera' una traversata in mare o inlago di almeno 3 km, e' accompagnata dalla 'Tirrena', Compagniaitaliana di navigazione. Partenza dunque domani alle ore 10 daPunta dell'Acquabella con arrivo a

(AGI) - Cagliari, 3 lug. - Fa tappa a Ortona "Volando sulleonde della vita", il tour di Monica Priore, giovane atletaaffetta da diabete mellito di tipo 1, che vuole dimostrare achi e' nelle sue condizioni che si puo' avere una vita normaleanche con questa patologia, dimostrando come l'attivita' fisicapuo' migliorare la qualita' della vita. Monica in tutte le suetappe, durante le quali effettuera' una traversata in mare o inlago di almeno 3 km, e' accompagnata dalla 'Tirrena', Compagniaitaliana di navigazione. Partenza dunque domani alle ore 10 daPunta dell'Acquabella con arrivo a Lido Saraceni (zona Porto).La realizzazione dell'evento - fa sapere la Tirrena in una nota- e' seguita da Nicoletta Del Rosso e Francesco Altomare, conil supporto del Comune di Ortona e della Lega Navale Italiana.Monica Priore ha 39 anni e dal mare ha tratto la sua forza percombattere e sconfiggere tutti i suoi problemi. Ha scoperto diessere affetta da diabete mellito di tipo 1 (cioe' "insulinodipendente", a differenza del tipo 2, non insulino-dipendente eche viene nella maggior parte dei casi in eta' adulta) a soli 5anni. Ha dovuto affrontare mille difficolta', anche perche'tutti i medici le dicevano che non avrebbe mai potuto faresport a livello agonistico. Lei pero' non si e' data mai pervinta, e dal mare ha avuto la forza per sconfiggere tutti isuoi problemi. L'acqua e' il suo elemento e il nuoto e' losport che le ha dato fino ad ora grandi soddisfazioni, oltreche il coraggio di affrontare nel giusto modo questa patologia.Nonostante tutto, Monica e' infatti riuscita a ottenere ilcertificato per poter praticare il nuoto a livello agonistico,ed e' entrata a far parte di una squadra master della provinciadi Brindisi, gareggiando con atlete senza questa patologia macon la stessa passione per lo sport. Monica - si legge ancoranella nota della Compagnia di navigazione - aveva un sogno nelcassetto, poter potare in giro per l'Italia la sua esperienzadi vita, che ha gia' racchiuso nel suo libro autobiografico "Ilmio mare ha l'acqua dolce", per dare speranza e coraggio a chiogni giorno combatte la sua stessa battaglia, per questo motivoha organizzato un tour, con un camper che attraversera' tuttele regioni Italiane. L'iniziativa si chiama "Volando sulle Ondedella Vita" e nasce dall'idea di voler sensibilizzarel'opinione pubblica sulla sua malattia, per spiegare a tutticome puo' essere affrontata e per promuovere l'importanza dellosport e dell'attivita' fisica in generale, come strumento perdare benefici al nostro corpo. Un progetto diretto acontrastare le forme d'ignoranza che ruotano intorno al diabetemellito di tipo 1. Lo sport, se praticato nel modo giusto, e'un compagno di vita fondamentale per il benessere psico-fisico,e da dati scientifici e' stato dimostrato che nel diabete ditipo 2 con la dieta ed una regolare attivita' fisica si possaaddirittura fare a meno dei farmaci, mentre nel tipo 1 glieffetti benefici sulla glicemia sono notevoli. Per Monica laprossimatappa e'il 7 luglio a Pescaro. (AGI)Red/Ett