3G: Ugl, no a intesa, contrari ad accordi su licenziamenti

(AGI) - Roma, 8 ott. - "Oggi non abbiamo accettato di firmareaccordi con 3G, perche' l'Ugl Tlc e' contraria a qualsiasi tipodi accordo che parli di licenziamenti". Cosi' il segretariogenerale dell'Ugl Telecomunicazioni, Fabrizio Tosini, commental'infruttuoso incontro avvenuto oggi al ministero del Lavoro,spiegando che "a fronte dei 232 licenziamenti proposti,l'azienda ha avanzato una riduzione a 125, offrendo 6 mesi dibuonuscita per chi ne fara' richiesta entro cinque giorni. Incaso di mancato accordo sui 125 licenziamenti, l'aziendaavviera' una procedura di licenziamento per 232 lavoratori"."Cosi' - spiega il sindacalista - si apre uno

(AGI) - Roma, 8 ott. - "Oggi non abbiamo accettato di firmareaccordi con 3G, perche' l'Ugl Tlc e' contraria a qualsiasi tipodi accordo che parli di licenziamenti". Cosi' il segretariogenerale dell'Ugl Telecomunicazioni, Fabrizio Tosini, commental'infruttuoso incontro avvenuto oggi al ministero del Lavoro,spiegando che "a fronte dei 232 licenziamenti proposti,l'azienda ha avanzato una riduzione a 125, offrendo 6 mesi dibuonuscita per chi ne fara' richiesta entro cinque giorni. Incaso di mancato accordo sui 125 licenziamenti, l'aziendaavviera' una procedura di licenziamento per 232 lavoratori"."Cosi' - spiega il sindacalista - si apre uno scenario che ilsindacato ha cercato di scongiurare in tutti i modi proponendodiverse soluzioni, come ad esempio l'utilizzo della cig, anchein considerazione della positiva disponibilita' manifestata siadalla Regione Abruzzo sia dalla Regione Molise". "Rispetto aidue scenari rappresentato da 3G, che prevedono in ogni caso ilicenziamenti - conclude Tosini - l'Ugl Tlc non puo' accettaree non potra' mai firmare un accordo che sancisce illicenziamento dei lavoratori, ma certamente rimane disponibileper trovare una soluzione e evitare che il 14 dicembrel'azienda avvii unilateralmente le procedure di licenziamento".(AGI)Red/Ett