L'incontro tra Zingaretti e Casellati sui presunti fondi russi alla Lega

Il Pd chiederà al Senato "l'intervento del presidente Conte e alla Camera la presenza in aula del vicepremier Salvini". Convocata riunione con i capogruppo al Senato

zingaretti casellati incontro

"Ringraziamo la presidente Casellati per questo incontro, questa opportunità che per noi è stata un segnale di disponibilità importante. La ringraziamo per la scelta di convocare per domattina la riunione dei capigruppo con all'ordine del giorno la richiesta di informativa rispetto alle vicende di cronaca di questi giorni che riguardano quello che sapete". il riferimento di Nicola Zingaretti, segretario del Partito democratico è alla questione dei presunti fondi russi per la Lega e sulle risposte che una parte della politica italiana vorrebbe da Matteo Salvini.

"Domattina, il capogruppo Marcucci ribadirà la nostra richiesta, come Pd, di avere una sessione del Senato per una comunicazione del governo relativa a quanto avvenuto all'interno del governo". Zingaretti, al termine dell'incontro con la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, resta fermo sulla linea tracciata in questi giorni: non darà tregua al vicepremier su una questione che l'opposizione vorrebbe venisse chiarita in Aula. 

Il capogruppo Andrea Marcucci ha specificato che il Pd chiederà al Senato "l'intervento del presidente Conte e alla Camera la presenza in aula del vicepremier Salvini". Zingaretti ha poi aggiunto che "quello che ci spinge è esclusivamente una volontà prima di tutto di fare chiarezza su quanto avvenuto, e in secondo luogo quello di mettere le istituzioni della Repubblica, il Senato e la Camera, nella piena condizione di conoscere l'orientamento del governo su fatti che giudichiamo gravissimi per la credibilità dell'Italia, la sua collocazione internazionale, le scelte politiche che sono in corso in questo momento".

"Non è nelle prerogative di un ministro sottrarsi alla volontà del Parlamento" ha concluso il leader del partito democratico. "Ci auguriamo che tutto venga fatto in fretta, perché vorremmo tornare a parlare di lavoro, di crescita, di sviluppo, di scuola, di università e di come questo paese si prepara ad affrontare le sfide del futuro e vorremmo parlare molto di meno dei problemi interni della maggioranza, di scandali e di tutto quello che stiamo conoscendo". Sullo stesso tema è stato fissato un incontro per mercoledì mattina con il presidente della Camera, Roberto Fico



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.