Ue: Delrio-Hahn, confidiamo accordo partenariato in settembre

(AGI) - Roma, 18 lug. - In occasione della visita ufficiale cheil Commissario europeo per la Politica Regionale, JohannesHahn, ieri al sito archeologico di Pompei e oggi al Senatodella Repubblica italiana nell'ambito della Cosac durante ilsemestre europeo di Presidenza, si e' svolto stamani a PalazzoChigi un incontro bilaterale con il Sottosegretario allaPresidenza del Consiglio, con delega alla Coesioneterritoriale, Graziano Delrio, dedicato al processo didefinizione dell'Accordo di partenariato e dei programmioperativi per periodo 2014-2020. Al termine dell'incontro, il Commissario Hahn e ilSottosegretario Delrio hanno rilasciato la seguentedichiarazione congiunta: "Abbiamo avuto

Ue: Delrio-Hahn, confidiamo accordo partenariato in settembre
(AGI) - Roma, 18 lug. - In occasione della visita ufficiale cheil Commissario europeo per la Politica Regionale, JohannesHahn, ieri al sito archeologico di Pompei e oggi al Senatodella Repubblica italiana nell'ambito della Cosac durante ilsemestre europeo di Presidenza, si e' svolto stamani a PalazzoChigi un incontro bilaterale con il Sottosegretario allaPresidenza del Consiglio, con delega alla Coesioneterritoriale, Graziano Delrio, dedicato al processo didefinizione dell'Accordo di partenariato e dei programmioperativi per periodo 2014-2020. Al termine dell'incontro, il Commissario Hahn e ilSottosegretario Delrio hanno rilasciato la seguentedichiarazione congiunta: "Abbiamo avuto un confronto positivo edettagliato sull'importante tema dell'utilizzo in Italia degliinvestimenti europei di nuova generazione della politica dicoesione e sulle questioni ancora in via di definizionerelative all'Accordo di partenariato. Sulla base di questoconfronto, possiamo dire che confidiamo che saremo in grado diconcludere le negoziazioni e adottare l'Accordo di partenariatoin settembre". "Sottolineiamo - si legge ancora nella nota diffusa dapalazzo Chigi - come l'elemento chiave di questo negoziatodebbano essere la qualita' e la bonta' della programmazioneaffinche' questi investimenti e cofinanziamenti nazionalipossano creare sviluppo e lavoro nelle regioni italiane. Stiamofacendo buoni progressi anche sui Programmi operativi, buonaparte dei quali speriamo di poter adottare dopo la fine del2014". .