Spallata di Tosi alla Lega. Salvini, "se sfida Zaia si autoesclude"

(AGI) - Milano - "Non esiste nessuna doppiacandidatura, il candidato era ed e' Luca Zaia, chi non e'd'accordo ha un mondo  [...]

(AGI) - Milano, 24 feb. - "Non esiste nessuna doppiacandidatura, il candidato era ed e' Luca Zaia, chi non e'd'accordo ha un mondo davanti a se, che non e' in Lega". MatteoSalvini, leader della Lega, fuori da Montecitorio cosi'commenta lo strappo in Veneto, tutto interno al Carroccio, trail sindaco di Verona, Flavio Tosi e Luca Zaia. Per ilsegretario della Lega Nord Tosi non e' a rischio espulsione:"Io non espello nessuno", ma "e' qualcuno che eventualmente siautoesclude, chi non sostiene Zaia, sostenga la Moretti,Passera, sostenga Alfano". Tosi, io espulso? Ognuno si assume sue responsabilita'"Se Salvini decidesse di espellermi? La scelta spetta alconsiglio federale e in ogni caso ognuno si assume le sueresponsabilita'" ha detto Tosi, "sono una persona moltocoerente: se fossi espulso direi qualcosa, ma non ora. Sedovessero decidere di passare sopra l'autonomia della LigaVeneta valutero' il da farsi. Se qualcuno violando le autonomiestatutarie pensa di cambiare le regole del gioco crea lecondizioni per ulteriori fratture nel centrodestra". "La Lega,alle regionali del Veneto, nel 2010 raccolse il 35%. Quellierano voti trasversali, eterogenei, che rappresentavano tuttala societa' veneta, non erano voti di destra. Adesso Salvinista spostando la Lega molto a destra".Salvini, non espello nessuno ma c'e' chi si autoescludePronta la risposta di Salvini che ribadisce: non puo' restaredentro la Lega chi mette in discussione Luca Zaia. "Su Zaia nonsi discute, chi lo mette in discussione, si mette fuori gioco:se c'e' qualche leghista che ha tempo da perdere per begheinterne si accomodi fuori", conferma il segretario federaledella Lega Nord. "Se Tosi vuole litigare col mondo, il problemanon e' mio", aggiunge. (AGI).