Sinistradem a Renzi, confronto su riforme o ci sentiremo autonomi

(AGI) - Roma, 10 mar. - Con il ddl Boschi appena approvato allaCamera "siamo davanti a uno slittamento del potere legislativodal Parlamento all'esecutivo. E questo avviene in assenza dicontrappesi necessari e con una spinta verso unpresidenzialismo di fatto che non ha corrispettivi nel restod'Europa". E' quanto si legge in un documento di Sinistrademfirmato da 24 esponenti del Pd. Nel documento, l'area che fa capo a Gianni Cuperlo chiededi riaprire il confronto sull'Italicum e le riformecostituzionali. "Altrimenti ognuno si assumera' le sueresponsabilita'. Da parte nostra ci riserviamo fin d'ora lanostra autonomia

(AGI) - Roma, 10 mar. - Con il ddl Boschi appena approvato allaCamera "siamo davanti a uno slittamento del potere legislativodal Parlamento all'esecutivo. E questo avviene in assenza dicontrappesi necessari e con una spinta verso unpresidenzialismo di fatto che non ha corrispettivi nel restod'Europa". E' quanto si legge in un documento di Sinistrademfirmato da 24 esponenti del Pd. Nel documento, l'area che fa capo a Gianni Cuperlo chiededi riaprire il confronto sull'Italicum e le riformecostituzionali. "Altrimenti ognuno si assumera' le sueresponsabilita'. Da parte nostra ci riserviamo fin d'ora lanostra autonomia di giudizio e di azione", scrivono i 24firmatari del documento. Oltre a Gianni Cuperlo, firmano anche Tea Albini, MariaAmato, Sesa Amici, Ileana Argentin, Paolo Beni, Massimo Bray,Angelo Capodicasa, Marco Carra, Susanna Cenni, Eleonora Cimbro,Andrea De Maria, Gianni Farina, Paolo Fontanelli, FilippoFossati, Carlo Galli, Maria Luisa Gnecchi, Monica Gregori,Maria Iacono, Francesco Laforgia, Margherita Miotto, BarbaraPollastrini, Alessandra Terrosi, Maria Grazia Rocchi. (AGI)