Scuola: Giannini, non ci sara' nessun "preside-sceriffo"

(AGI) - Roma - Quella del preside sceriffo e' un punto"fantasma" del ddl Scuola "che va definitivamente fugato". Loha detto il  

(AGI) - Roma, 28 giu. - Quella del preside sceriffo e' un punto"fantasma" del ddl Scuola "che va definitivamente fugato". Loha detto il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, aL'intervista su Sky Tg24. Il preside, nel ddl Scuola, "deve rispondere delle sueresponsabilita' e per la prima volta introduciamo una suavalutazione", che per Giannini e' "un punto di merito: lavalutazione non e' uno strumento negativo, tutto il processocomplesso della scuola deve avere elementi valutativi. Io sonoconsapevole che questo" della riforma della scuola "e' unterreno in cui si sono infranti diversi ministri", ha conclusoGiannini. "E' un fantasma inesistente all'interno del ddl: il comma16 introduce una attivita' di sensibilita' agli studenti sullaparita' di genere, vogliamo educare i nostri studenti anche aquesta sensibilita', la teoria di genere e' una cosa diversa,non e' nemmeno sfiorata nel nostro ddl. Il ddl non fa alcunriferimento assolutamente alla teoria del gender, ma a unacultura sulla parita' di genere, ribadisce la differenza trauomo e donna e mira a sensibilizzazione anche sulla violenzasulle donne", ha spiegato il ministro. Una volta che la riforma sara' a regime, le scuole sarannolibere di decidere autonomamente orari e calendario delleaperture, ha detto Stefania GianniniNel ddl Scuola "non c'e' esattamente la specificazione" che lescuole non chiuderanno in estate, ma "c'e' il fatto che lescuole saranno autonome e potranno organizzare la loro aperturapomeridiana o in altri periodi rispetto al calendarioscolastico", ha specificato Giannini. "Ci sono tutti i tempi per arrivare al voto finale",comunque "la valutazione sara' fatta nelle prossime settimane",ha concluso il ministro dell'Istruzione replicando alla domandase il governo porra' la fiducia sul ddl Scuola anche inoccasione del passaggio alla Camera, dove la riforma approda inAula il prossimo 7 luglio. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it