Salvini: "Ritiro dei ministri? Dipende dal discorso di Conte"

Intervistato da Radio24, il ministro dell'Interno ha parlato della crisi di governo e del futuro che immagina per l'Italia a guida leghista

salvini ritiro ministri

"Aspettiamo che parli Conte, poi vediamo. La mia posizione personale è l'ultima delle cose che mi preoccupano. La Lega non è nata per occupare 7 ministeri. Nessuno mi ha chiesto nulla". Lo ha detto Matteo Salvini, intervistato questa mattina su Radio 24.

Tra i temi trattati durante l'intervento alla radio di Confindustria c'è anche la questione sicurezza: "L'Italia non è più il campo profughi d'Europa. Penso che gli italiani abbiano apprezzato la mia gestione della sicurezza. Anche in queste ore con il caso della nave spagnola con i finti malati e i finti minori che si sta preparando per partire per Spagna"; e quello delle misure portate avanti dal governo giallo-verde negli ultimi mesi: "Mentre quota 100 è provato che stia restituendo dignità a tanti, e posti ai giovani, sul reddito di cittadinanza un conto è se crea lavoro, un conto è se lo toglie".

Poi lo scenario per il futuro che il vicepremier immagina per il paese: "Noi della Lega abbiamo ben chiara in testa manovra economica da 50 miliardi. Prima di tutto? Abbassare le tasse. Rilanciare l'economia, energie, investimenti! Altrimenti cosa stiamo al governo a fare?"



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.