Salvini chiederà ai suoi di votare per farlo processare

Salvini chiederà ai suoi di votare per farlo processare

Lo ha annunciato il leader leghista. Domani il voto in Giunta per le Immunità sul caso Gregoretti

salvini gregoretti processo ebrei gerusalemme

Matteo Salvini

"Domani chiederò ai parlamentari della Lega di votare sì per farmi processare". Lo afferma Matteo Salvini, in un comizio a Cattolica, alla vigilia del voto in Giunta per le Immunità al Senato che dovrà decidere sull'autorizzazione a procedere chiesta dal tribunale dei ministri di Catania nei confronti del ministro dell'Interno, accusato di sequestro di persona ai danni dei migranti che erano stati salvati dalla nave Gregoretti.

"Mi mandino a processo così la decidiamo una volta per tutte se difendere i confini dell'Italia, la sicurezza e l'onore dell'Italia è un crimine oppure se è un dovere di un buon ministro", ha poi detto Salvini ai giornalisti, "non ho più voglia di perdere tempo o far perdere tempo agli italiani, nei tribunali ci sono delinquenti veri da processare - ha detto - mi mandino a processo, trovino un tribunale abbastanza grande perché penso che milioni di italiani vorranno farmi compagnia". 

"Quando sarò al governo riconosceremo Gerusalemme capitale"

 "Quando sarò al governo, riconosceremo Gerusalemme quale capitale di Israele", ha poi detto Salvini, in una intervista a israelhayom.co.il, pubblicata nella edizione in ebraico del sito. 

Salvini già in passato si era espresso cautamente a favore dello spostamento dell'ambasciata italiana da Tel Aviv a Gerusalemme. "Sapete come la penso: step by step. C'è un Governo di coalizione e, quindi, devo ascoltare anche i partner", aveva affermato nel dicembre 2018, quando era ancora vicepremier dell'esecutivo gialloverde, dopo una visita in Israele.

Nella stessa intervista il leader leghista ha collegato il riemergere dell'antisemitismo in Europa al "rafforzamento negli ultimi anni dell'estremismo e del fanatismo islamico". "È molto importante sottolineare che è collegato al fatto che certi elementi nel mondo accademico e nei media sono mobilitati contro Israele ed alimentano odio verso Israele per giustificare l'antisemitismo", ha affermato Salvini.