Salvini sul 'Salva Roma': regali non ne facciamo, no a cittadini di serie A e B

Il ministro al Gr1: "Non ci può essere un intervento salva-Raggi quando ci sono tanti comuni italiani in difficoltà e che hanno bisogno"

Salva Roma Salvini

"Regali a qualcuno non ne facciamo. Non ci può essere un intervento salva-Raggi quando ci sono tanti comuni italiani in difficoltà e che hanno bisogno. O si aiutano tutti oppure non ci sono cittadini di serie A o di serie B, così come non ci sono sindaci di Serie A e di Serie B". Così il vicepremier Matteo Salvini, poco fa, al Giornale radio Rai (Radio1) ai microfoni di Paolina Meli. 

Alla domanda: "Conferma il giudizio negativo sulla sindaca Raggi?" il Vicepremier ha risposto: "L'abbiamo sentita tutti la settimana scorsa. Ha detto: "La città è fuori controllo e i cittadini quando aprono la finestra vedono cacca".

Quindi per carità non devono pagare i romani l'incapacità della loro amministrazione, però regalare altri soldi non sarebbe la cosa migliore da fare". Nell'intervista si è parlato anche dei risparmiatori truffati dalle banche: "Bisogna partire. Rispetto al governo precedente abbiamo messo dieci volte di più i soldi necessari ma bisogna spenderli. Bisogna risarcire e penso sia questo il momento per incominciare".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.