Sabina Guzzanti attacca: stampa e tv hanno 'oscurato' il mio film

(AGI) - Roma. - "Il mio film e' uscito nel totalesilenzio: non c'e' stato nessun dibattito, nessuna trasmissionetelevisiva tranne 'Servizio pubblico'  [...]

(AGI) - Roma, 14 nov. - "Il mio film e' uscito nel totalesilenzio: non c'e' stato nessun dibattito, nessuna trasmissionetelevisiva tranne 'Servizio pubblico' di Santoro. Sui giornalinon e' uscito nulla tranne qualche trafiletto sulla paginadegli spettacoli perche' paradossalmente la deposizione diNapolitano, in questi giorni, ha seminato il terrore nei nostrimedia che sono gia' cosi' terrorizzati...". Cosi' la regista de'La Trattativa', Sabina Guzzanti, e' intervenuta dopo laproiezione del film a Montecitorio. "Fondamentalmente - hasostenuto - e' stato impedito di vedere questo film agliitaliani". E l'atto d'accusa della Guzzanti contro i media e'corredato di nomi e cognomi: "Fabio Fazio ci ha detto di no.Ballaro' ci ha detto che dovevamo scrivere al direttore distruttura.. come scrivere a Babbo Natale. E poi comunque c'e'stato detto di no. Anche Porta a Porta ha detto di no perche'erano troppo impegnati a parlare di Isis, cosi' ci hannorisposto... ". "Ho fatto un film rigorosissimo - ha rivendicatoSabina Guzzanti - non ho menzionato nemmeno il fatto cheNapolitano abbia fatto distruggere le intercettazioni perche'sarebbe stata vista come un'insinuazione... Io - hasottolineato - sono stata onestissima". E ancora, la Guzzantiha spiegato delle difficolta' incontrate in questi anni: "Ci homesso 4 anni a fare questo film perche' non ho trovato nessunoche lo finanziasse. Fare questo film e' stata una faticaimmensa con il sacrificio di un sacco di persone". "Quando ilfilm - ha continuato - sara' discusso e digerito serenamente,vorra' dire che questo paese e' cambiato, soprattutto dall'ideache non ci sono piu' speranze. Anche nelle scuole non solo i17enni non hanno speranza, ma anche quei bastardi deiprofessori confermano che non ci sono piu' speranze...". Laregista ha ringraziato i 5 stelle: "Il Movimento 5 stelle - hadetto - rappresenta l'unica occasione di speranza in Parlamentoper le loro battaglie. Noi dobbiamo cambiare questo paeseassolutamente, non possiamo regalare l'Italia a questi qua...".(AGI) .