Ruby: sentenza ribaltata, Berlusconi assolto in appello

(AGI) - Milano, 18 lug. - Colpo di scena nel processo Ruby:Silvio Berlusconi e' stato assolto in appello per entrambi icapi di imputazione. Secondo i giudici della seconda Corted'appello di Milano, la concussione "non sussiste" e, perquanto riguarda la prostituzione minorile, il "fatto noncostituisce reato". La sentenza, arrivata poco dopo le 13,ribalta il verdetto di primo grado che aveva portato a unacondanna a sette anni ed e' stata accolta dall'ex Cavalierementre si trovava a Cesano Boscone a scontare l'affidamento inprova ai servizi sociali nell'ambito della condanna Mediaset.Uscito dalla Fondazione Sacra

Ruby: sentenza ribaltata, Berlusconi assolto in appello
(AGI) - Milano, 18 lug. - Colpo di scena nel processo Ruby:Silvio Berlusconi e' stato assolto in appello per entrambi icapi di imputazione. Secondo i giudici della seconda Corted'appello di Milano, la concussione "non sussiste" e, perquanto riguarda la prostituzione minorile, il "fatto noncostituisce reato". La sentenza, arrivata poco dopo le 13,ribalta il verdetto di primo grado che aveva portato a unacondanna a sette anni ed e' stata accolta dall'ex Cavalierementre si trovava a Cesano Boscone a scontare l'affidamento inprova ai servizi sociali nell'ambito della condanna Mediaset.Uscito dalla Fondazione Sacra Famiglia, Berlusconi si e'limitato a ringraziare la 'pasionaria' che esultava per ilverdetto. Poco dopo, in una nota, si e' detto "profondamentecommosso". "Da oggi possiamo andare avanti con piu' serenita'",ha sostenuto, garantendo che "il percorso politico di ForzaItalia non cambiera'" perche' e' "nell'interesse dell'Italia,della democrazia, della liberta'". "Un pensiero di rispetto vaalla magistratura", ha poi continuato, elogiando quella"maggioranza di magistrati italiani che fa il proprio lavorosilenziosamente, con equilibrio e rigore ammirevoli". Nessuncommento da parte della procura milanese e anche il Pg che hasostenuto l'accusa in appello e che aveva chiesto la confermadella condanna, Piero De Pretis si e' limitato a dire cheattendera' le motivazioni che saranno rese pubbliche tra 90giorni, per valutare l'eventuale ricorso in Cassazione. Lasentenza d'appello arriva a quattro anni dal primo articolo digiornale che aveva acceso la miccia sulle presuntefrequentazioni tra l'ex premier e la giovane marocchina. E' unadecisione che va "oltre le piu' rosee previsioni", hacommentato il legale dell'ex premier, Fausto Coppi. In attesadelle motivazioni dei giudici, l'avvocato ha spiegato che "semai Berlusconi avesse avuto rapporti con Ruby, almeno per uncerto periodo di tempo, non ne conosceva l'eta'". Quanto allaconcussione, Coppi ha affermato che sarebbe pronto a portare ilcaso Ruby ai suoi studenti come paradigmatico di una condottache non e' reato. "E' il giorno piu' bello della mia vita, ho pianto come unabambina. Giustizia e' fatta", ha fatto sapere la compagna diBerlusconi, Francesca Pascale. Esultano gli esponenti di ForzaItalia: per Mariastella Gelmini "e' un'emozione fortissima" eRenato Brunetta e' tornato a invocare una "commissioneparlamentare d'inchiesta sul colpo di Stato del 2011" e achiedere la "grazie" per il presidente 'azzurro'. I senatoridel partito, in una lettera, hanno espresso al loro leader la"piu' profonda felicita' e soddisfazione". "Sono contento perlui, personalmente, perche' gli sono amico e questo eraveramente un'ingiustizia", ha dichiarato il governatoreleghista della Lombardia, Roberto Maroni che rinnova l'invito aBerlusconi a indire le primarie di coalizione. Divergenti e quasi tutti sul filo della battaglia internaper le riforme, i commenti nel Pd. "Le sentenze non sicommentano e le riforme naturalmente vanno avanti. Lecatastrofi di tanti Nostradamus non si avverano", ha avvertito,su Twitter, il senatore Andrea Marcucci. "Forse smetteremo difrugare nell'alcova di Berlusconi per chiederci cosa preveda ilpatto del Nazareno", ha auspicato, invece, il 'dissidente'Corradino Mineo. Al quale ha risposto indirettamente AlessandraMoretti chiedendo di 'stoppare' ogni "dietrologia su patto delNazareno e riforme". E se per Angelino Alfano dopol'assoluzione di Berlusconi "si rafforza" il cammino delleriforme, c'e' anche chi, come Mario Mauro dei Popolari perl'Italia, si spinge a chiedere che Forza Italia torni asostenere il governo. Ironici, infine, i 5 stelle: "Berlusconipassa da 7 anni a 0, nel secondo appello ... Meglio dellaGermania", e' il commento a sfondo calcistico del deputatoAlessio Villarosa. (AGI)