Riforme: "Tempo scaduto" e l'M5S gela Renzi

(AGI) - Roma, 18 lug. - Per dirla con Gino Bartali, ricordatoin mezza Italia a 100 anni dalla nascita, qua pare che siatutto sbagliato e tutto da rifare. O almeno e' crollato unpilastro di quello che avrebbe dovuto essere, la prossimasettimana, l'accordo granitico per accompagnare la primalettura delle riforme al Senato. Da Milano rimbalza in tarda mattinata la notiziadell'assoluzione piena di Silvio Berlusconi nel processo Ruby.Entusiasmo in Forza Italia, il diretto interessato si dicecommosso e spende parole di riguardo per la "maggioranza deigiudici italiani" che sono persone serie e oneste. Quando

Riforme: "Tempo scaduto" e l'M5S gela Renzi
(AGI) - Roma, 18 lug. - Per dirla con Gino Bartali, ricordatoin mezza Italia a 100 anni dalla nascita, qua pare che siatutto sbagliato e tutto da rifare. O almeno e' crollato unpilastro di quello che avrebbe dovuto essere, la prossimasettimana, l'accordo granitico per accompagnare la primalettura delle riforme al Senato. Da Milano rimbalza in tarda mattinata la notiziadell'assoluzione piena di Silvio Berlusconi nel processo Ruby.Entusiasmo in Forza Italia, il diretto interessato si dicecommosso e spende parole di riguardo per la "maggioranza deigiudici italiani" che sono persone serie e oneste. Quando poiaggiunge che "si puo' andare avanti con piu' serenita'" e che"Forza Italia prosegue nel percorso intrapreso" il messaggipare chiaro: riforme approvate a tempo di carica, con unconsenso parlamentare da favola. E invece no: i grillini si sfilano. Con buona pace di chi,come il vicesegretario Pd Guerini, fin dal primo mattino a curadi avvertire che se il Movimento 5 Stelle si mettesse afrenare, il suo partito procederebbe senza aspettare nessuno. Ameta' pomeriggio, quando prende a sedimentarsi l'ondata direazioni alla sentenza Ruby, una nota sul blog di Grillo gela ifacili ottimismi riformisti. La firmano tutti i delegati cheieri, in diretta streaming, hanno trattato con il premier inrappresentanza del MoVimento. "Ci saremmo aspettati chearrivassero al tavolo con idee piu' chiare, una maggioreconcretezza e anche piu' preparati. Ma non si puo' pretenderela luna. Malgrado i proclami di rapidita', il succo e' che suquasi tutto si e' preso bradipescamente altro tempo", scrivono.Conclusione: "Il M5S era disposto a chiudere ieri. Ci dispiace,ma non c'e' piu' tempo". Renzi, che ancora l'altra sera si augurava che tutti igrillini - anche i piu' oltranzisti - sposassero finalmente lalinea della trattativa, non ha risposto. Per lui pare parlareAlessandra Moretti, delegata al tavolo di ieri dalla parte delPd. "Peccato: il M5s ha perso l'occasione di proseguire ilconfronto sulle riforme. La linea di Luigi Di Maio non e'prevalsa", ammette senza infingimenti. Non pare certo che il Partito Democratico abbia intenzionedi rallentare per dare tempo a possibili ripensamenti. Ma lapossibilita' di riforme approvate a stragrande maggioranza oggiappare un po' piu' remota. E si rafforza l'asse del nazareno,tra Pd e Forza Italia.(AGI)