Riforme: Renzi, in atto rivoluzione! Con Italicum vincitore chiaro

(AGI) - Roma, 21 nov. - Con la nuova legge elettorale "c'e' unachiara designazione del vincitore", cosi' chi ottiene ilsuccesso alle elezioni "potra' realizzare il suo programma". Loha detto il premier Matteo Renzi parlando al Business Europe.Il presidente del Consiglio ha detto chiaramente di voler"evitare le coalizioni. ... Io posso anche perdere alleelezioni ma con un messaggio chiaro", ha aggiunto. "In Europase c'e' un accordo tra i partiti tutto e' chiaro, in Italia none' cosi'", ha spiegato il presidente del Consiglio. "Se ilsistema elettorale italiano ci fosse stato in Vaticano avremmo

(AGI) - Roma, 21 nov. - Con la nuova legge elettorale "c'e' unachiara designazione del vincitore", cosi' chi ottiene ilsuccesso alle elezioni "potra' realizzare il suo programma". Loha detto il premier Matteo Renzi parlando al Business Europe.Il presidente del Consiglio ha detto chiaramente di voler"evitare le coalizioni. ... Io posso anche perdere alleelezioni ma con un messaggio chiaro", ha aggiunto. "In Europase c'e' un accordo tra i partiti tutto e' chiaro, in Italia none' cosi'", ha spiegato il presidente del Consiglio. "Se ilsistema elettorale italiano ci fosse stato in Vaticano avremmoquattro papi?", ha scherzato il Capo dell'esecutivo. Poi Renziha parlato anche delle riforme costituzionali: "Abbiamo 139articoli nella nostra Costituzione, ne abbiamo cambiati 42: e'un vero cambiamento, una rivoluzione perche' e' anche uncambiamento nel ruolo tra potere centrale e locale". "Credo che la riforma del lavoro sara' approvata il 9dicembre. Poi sara' attuata a gennaio", ha affermato ilpremier. Il jobs act - ha spiegato il presidente del Consiglio- "sara' votato a dicembre" mentre "i decreti attuativi cisaranno a gennaio". "L'idea - ha detto il presidente delConsiglio rivolgendosi agli industriali europei - e' quella diprovocare i vostri colleghi. Abbiamo tagliato l'articolo 18 chee' il simbolo della tradizione nel nostro Paese. Diamo lapossibilita' di ridurre le tasse, se le persone decidono diinvestire nel nostro Paese", ha aggiunto. "Noi sosteniamo Juncker solo dopo la sua decisione difornire un messaggio di cambiamento con il suo piano diinvestimenti", ha concluso il premier. (AGI).