Riforme: maggioranza, scelte elettori 'vincolanti' su Senatori

(AGI) - Roma, 23 set. - I nuovi senatori saranno individuati"in conformita' alle scelte espresse dagli elettori per icandidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimiorgani, secondo le modalita' stabilite dalla legge". Questo iltesto dell'emendamento al quinto comma dell'articolo 2 del ddlriforme, a firma Anna Finocchiaro e frutto dell'intesa tramaggioranza e minoranza Pd. In sostanza, l'emendamento dispone che i futuri senatorisaranno eletti dai consigli regionali che non potranno tuttavianon tenere conto delle scelte fatte dagli elettori al momentodel voto. "Gli emendamenti presentati sulla eleggibilita' deisenatori, sulle funzioni e competenze del

(AGI) - Roma, 23 set. - I nuovi senatori saranno individuati"in conformita' alle scelte espresse dagli elettori per icandidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimiorgani, secondo le modalita' stabilite dalla legge". Questo iltesto dell'emendamento al quinto comma dell'articolo 2 del ddlriforme, a firma Anna Finocchiaro e frutto dell'intesa tramaggioranza e minoranza Pd. In sostanza, l'emendamento dispone che i futuri senatorisaranno eletti dai consigli regionali che non potranno tuttavianon tenere conto delle scelte fatte dagli elettori al momentodel voto. "Gli emendamenti presentati sulla eleggibilita' deisenatori, sulle funzioni e competenze del Senato, frutto di unconfronto e lavoro comune nel Pd, sono positivi. Esprimono unaritrovata unita' nel partito e consentono un impegno unitariosui temi delle riforme e dell'azione di governo". Lo afferma ilsenatore del Pd Vannino Chiti, esponente della minoranza Pd,che aggiunge: "Sono soddisfatto che si sia raggiunta unamediazione degna: i senatori saranno sindaci e consiglieriregionali, ma saranno i cittadini a sceglierli". "Tornano nella competenza del Senato - riprende - funzionidi rilievo relative al controllo delle nomine pubbliche, allenomine dei giudici della Corte Costituzionale, al ruolo nellepolitiche europee e nei confronti del sistema delle autonomie,che rendono il nuovo Senato un'istituzione non irrilevante.Come si vede, il bicameralismo paritario si puo' superaresalvaguardando pienamente il diritto dei cittadini a sceglierei propri rappresentanti nelle istituzioni". (AGI).