Riforme: Grasso, ho fatto tutto per essere imparziale

(AGI) - Roma, 13 ott. - "Il Senato ha appena approvato ilDisegno di Legge di riforma costituzionale, che ora tornera'alla Camera. E' stato un percorso lungo e segnato da momentitesi e altri sorprendenti (85 milioni di emendamenti non sierano mai visti): non sono state settimane facili". Lo scrivesu facebook il presidente del Senato, Pietro Grasso. "ComePresidente ho l'obbligo di assicurare che il Senato proceda neipropri lavori e che tutti i senatori abbiano l'opportunita' didiscutere e dare il proprio contributo. Qualche volta,purtroppo, e' stato necessario sanzionare i comportamenti di unsingolo per

(AGI) - Roma, 13 ott. - "Il Senato ha appena approvato ilDisegno di Legge di riforma costituzionale, che ora tornera'alla Camera. E' stato un percorso lungo e segnato da momentitesi e altri sorprendenti (85 milioni di emendamenti non sierano mai visti): non sono state settimane facili". Lo scrivesu facebook il presidente del Senato, Pietro Grasso. "ComePresidente ho l'obbligo di assicurare che il Senato proceda neipropri lavori e che tutti i senatori abbiano l'opportunita' didiscutere e dare il proprio contributo. Qualche volta,purtroppo, e' stato necessario sanzionare i comportamenti di unsingolo per evitare che fossero scalfiti i diritti di tutti isuoi colleghi: il confronto e il dibattito sono l'essenzastessa della democrazia ma quando si valicano i confinidell'educazione e del rispetto reciproco - e alcuni volgariepisodi hanno veramente trasceso ogni regola del Senato e delbuon gusto - e' il Parlamento intero, e con esso ogni cittadinoe cittadina, a essere offeso", aggiunge la seconda carica delloStato. "Alcuni mi hanno accusato di essere 'schierato' con lamaggioranza, altri di essere 'il leader delle opposizioni'. Incoscienza posso dire che in un clima cosi' infuocato ho fattodi tutto per rimanere imparziale senza lasciarmi condizionaredalle ragioni degli uni o degli altri. Non e' mio compitoentrare nel merito di un provvedimento o giudicarne ilcontenuto. In questo caso, una volta terminato l'iterparlamentare, saranno i cittadini a decidere, attraverso ilreferendum, se questa sia o meno una buona riforma della nostraCostituzione", conclude Grasso. (AGI)