Riforme: e' l'ora della resistenza passiva su articolo 10

(AGI) - Roma - La linea la sintetizza PaoloRomani,capogruppo di Forza Italia: "A fronte di una totaleindisponibilita' della maggioranza e del  

(AGI) - Roma, 6 ott. - La linea la sintetizza PaoloRomani,capogruppo di Forza Italia: "A fronte di una totaleindisponibilita' della maggioranza e del governo a qualsiasidialogo sulla modifica dell'articolo 10, pur avendo leopposizioni dato segnali di disponibilita', oggi faremo unaresistenza passiva, ovvero saremo ostaggio della maggioranza edel governo. Oggi faremo solo le dichiarazioni di voto finalisul via libera all'articolo 10". E' la linea del Piave su cuisi assestano le opposizioni dopo che anche l'articolo 7 del ddlBoschi passa l'esame dell'aula di Palazzo Madama, con laseguente votazione: si' 166, no 56, astenuti 5. Conseguenza concreta ed immediata: il dibattito procederapido, ma monco, sull'articolo 10, che prevede tre votisegreti. Commenta il sottosegretario Luciano Pizzetti: "Ilpassivo e' solo passivo, non e' resistente". Come dire: abbiamopoco da temere. Anche se i numeri della maggioranza oscillanotra il gia' citato 166 ed il 154 registrato poco piu' tardi. Quello che appare sicura e' la rinuncia ad atteggiamentiaventiniani: si restera' in Aula, parlando il meno possibileper sottolineare il dissenso rispetto ad un governo che - e'questa l'accusa - continua nel suo atteggiamento di chiusuranei confronti del dialogo. Circostanza, questa, smentita dalcapogruppo del Pd Zanda. Ma le sue spiegazioni non bastano a FIe Lega, che lasciano trapelare amarezza e sconcerto. E nonescludono di rivolgersi direttamente al Capo dello Stato (ilquale, notoriamente, non ha voce in capitolo sull'andamento deidibattiti parlamentari). Domani, preannuncia ancora Romani, si decidera' se chiedereudienza al Colle oppure no. Intanto, dopo una prima riunionecomune tenutasi oggi, le opposizioni torneranno a vedersi tutteinsieme. E questo e' gia' un dato politico.(AGI)