Riforme: domani M5S uscira' dall'Aula

(AGI) - Roma, 9 mar. - Domani i deputati 5 stelle nonparteciperanno al voto in aula alla Camera sulle riformecostituzionali. Ieri Berlusconi aveva annunciato il votocontrario di Forza Italia. I Cinquestelle lanciano un appello alle altre opposizioni arimanere fuori dall'aula, domani alla Camera, e quindi a nonpartecipare alla votazione delle riforme costituzionali.L'appello arriva dal deputato 5 stelle Danilo Toninelli che suFacebook scrive: "Domani si vota, alla Camera, la 'Schiforma'costituzionale. In questi mesi abbiamo provato in tutti i modia limitare i danni, ma da parte del Pd e' stato sempre e solo

(AGI) - Roma, 9 mar. - Domani i deputati 5 stelle nonparteciperanno al voto in aula alla Camera sulle riformecostituzionali. Ieri Berlusconi aveva annunciato il votocontrario di Forza Italia. I Cinquestelle lanciano un appello alle altre opposizioni arimanere fuori dall'aula, domani alla Camera, e quindi a nonpartecipare alla votazione delle riforme costituzionali.L'appello arriva dal deputato 5 stelle Danilo Toninelli che suFacebook scrive: "Domani si vota, alla Camera, la 'Schiforma'costituzionale. In questi mesi abbiamo provato in tutti i modia limitare i danni, ma da parte del Pd e' stato sempre e solono. No per il divieto di condannati in Parlamento, no perl'abolizione dei vitalizi ai condannati, no per i referendumsenza quorum. No, no e ancora no. Per questo siamo uscitidall'aula, insieme a tutte le altre opposizioni. E rimarremofuori anche domani, quando ci sara' il voto conclusivo". "Entrero' solo io per la dichiarazione finale, e poi me neandro'", spiega. Quindi, rivolgendosi alle altre opposizioni,lancia il suo appello: "L'auspicio e' che se ne stiano fuorianche coloro che con noi hanno lottato per difendere laCostituzione, evitando cosi' di legittimare un truffatoresemantico, qual e' Renzi, in questo ennesimo attacco allademocrazia". "Diciamo no a una riforma che accentra i poteri nelle manidel governo. Una riforma che vedra' la finta abolizione delSenato con consiglieri e sindaci che faranno i senatori parttime. Per questo domani non saremo in aula a votare", spiegainvece la capogruppo grillina alla Camera, Fabiana DadoneIl Pd cerchera' comunque "il piu' ampio consenso possibile finoall'ultimo momento". Lo ha detto il presidente del Pd, MatteoOrfini, arrivando al Nazareno per il brainstorming tra iparlamentari dem e il segretario del partito Matteo Renzi. "Sulla legge elettorale", in particolare, "sono staterecepite molte delle istanze della minoranza. Ora l'importantee' che si voti". (AGI).