Riforme: D'Attorre, soluzione si trova senza prevaricazioni

(AGI) - Roma - "Se non ci sono irrigidimenti, se nonci sono prevaricazioni rispetto al ruolo del parlamento, sonoconvinto che si  

(AGI) - Roma, 21 set. - "Se non ci sono irrigidimenti, se nonci sono prevaricazioni rispetto al ruolo del parlamento, sonoconvinto che si potranno trovare soluzioni per migliorare inmodo significativo questa riforma". Cosi' il deputato PdAlfredo D'attorre, intervistato dal Gr1 Rai in vista delladirezione Pd e dell'esame della riforma istituzionale alSenato. Ma il governo lega la il suo futuro a quello della riforma:"E' un atteggiamento profondamente sbagliato. Il governo, sumaterie costituzionali, dovrebbe avere rispetto del ruolo delparlamento. Dicono di avere i voti - spiega D'attorre - eppureparecchi nella maggioranza hanno espresso perplessita' sullariforma. E si cerca di ovviare a questo andando a cercare ivoti di senatori del centrodestra". Dunque e' in corso unacompravendita di senatori? "Io mi limito a verificare econstatare che ci sono contatti in corso. Naturalmente non soquale sia il contenuto di questi contatti, immagino che vengaprospettato a questi senatori un ingresso nella maggioranza contutto cio' che ne consegue a livello di incarichi,coinvolgimento, visibilita' e quant'altro". Oggi la direzionedel Pd. Cosa succedera'? "Io non credo che sara' un passaggiodecisivo. La direzione - prosegue D'attorre - e' ormai ridottaa una rappresentazione a uso streaming, Renzi parla per piu' diun'ora sostanzialmente a vantaggio di telecamere, a fronte di 5minuti di interventi in dissenso. Non e' piu' un luogo diconfronto. Io credo nei lavori parlamentari, piuttosto. Nelleprossime ore si potranno trovare le soluzioni piu' giuste,spero". .