Riforme: Boschi a minoranza Pd, impegno su l. elettorale Senato

(AGI) - Roma, 9 ott. - "Rivolgo l'invito al partito democraticodi approvare" la legge elettorale per il futuro Senato "inquesta legislatura e c'e' l'impegno del governo, per quanto dipropria competenza, a lavorare per poter dare al paese unanuova legge elettorale per l'elezione del nuovo Senato,nell'ambito delle scelte condivise" in questa riformacostituzionale, ovvero tenendo conto dell'accordo raggiunto conla maggioranza e con la minoranza Pd. Lo ha detto il ministrodelle Riforme, Maria Elena Boschi, intervenendo in Aula, anchein replica alle parole della senatrice della minoranza Pd,Doris Lo Moro, che aveva poco prima

(AGI) - Roma, 9 ott. - "Rivolgo l'invito al partito democraticodi approvare" la legge elettorale per il futuro Senato "inquesta legislatura e c'e' l'impegno del governo, per quanto dipropria competenza, a lavorare per poter dare al paese unanuova legge elettorale per l'elezione del nuovo Senato,nell'ambito delle scelte condivise" in questa riformacostituzionale, ovvero tenendo conto dell'accordo raggiunto conla maggioranza e con la minoranza Pd. Lo ha detto il ministrodelle Riforme, Maria Elena Boschi, intervenendo in Aula, anchein replica alle parole della senatrice della minoranza Pd,Doris Lo Moro, che aveva poco prima chiesto proprio al ministrodi avere la stessa determinazione per la legge elettorale delSenato. Intanto l'Aula del Senato ha approvato con 161 votifavorevoli, 83 voti contrari e 3 astenuti, l'emendamento delgoverno all'articolo 39 del ddl riforme, ovvero le normatransitorie. L'emendamento, frutto dell'intesa raggiunta con laminoranza Pd, e' strettamente collegato con l'articolo 2 edisciplina l'elezione dei futuri senatori, fissando un terminetemporale. Con il via libera all'emendamento, si dispone che la leggeelettorale per l'elezione dei futuri consiglieriregionali-senatori dovra' essere varata entro 6 mesidall'entrata in vigore della riforma costituzionale. Il terminedecorrera' dopo che si sara' svolto il referendum confermativo.Le regioni avranno poi tre mesi (90 giorni) per adeguarsi. Recita il testo: "Anche ai fini di cui al presente comma, il termine di cui all'articolo 39, comma 6, ( sei mesi, ndr) decorre dalla data di entrata in vigore della presente legge costituzionale. Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di cui all'articolo 57, comma sesto, cosi'come modificato dalla presente legge costituzionale, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano conformano le rispettive disposizioni legislative e regolamentari a quanto ivi stabilito". La maggioranza, comunque, tiene, anche se scende a quota142, sul nuovo voto segreto sui subemendamenti di Calderoli eCrimi presentati all'emendamento del governo che modifical'articolo 39 del ddl riforme, ovvero le norme transitorie. I voti favorevoli sono 107, i contrari 142, 5 gli astenuti.(AGI).