Riforme: Berlusconi, Fi numeri non consentono di sfilarci

(AGI) - Roma, 2 ott. - Silvio Berlusconi intende mantenere laparola data a Matteo Renzi sulle riforme. Lo ha ribadito senzatentennamenti anche oggi, parlando all'ufficio di presidenza diForza Italia. E agli scettici e critici, l'ex premier haricordato quali sono i numeri in Parlamento mettendo in guardiadal rischio che il Pd, magari assieme ai Cinque Stelle, facciadelle riforme che vanno a svantaggio di Forza Italia qualoragli azzurri decidano di sfilarsi. Attenzione a sostenere che non dobbiamo essere dellapartita riforme, ha avvertito Berlusconi secondo quanto vieneriferito, perche' i numeri di Forza Italia in

(AGI) - Roma, 2 ott. - Silvio Berlusconi intende mantenere laparola data a Matteo Renzi sulle riforme. Lo ha ribadito senzatentennamenti anche oggi, parlando all'ufficio di presidenza diForza Italia. E agli scettici e critici, l'ex premier haricordato quali sono i numeri in Parlamento mettendo in guardiadal rischio che il Pd, magari assieme ai Cinque Stelle, facciadelle riforme che vanno a svantaggio di Forza Italia qualoragli azzurri decidano di sfilarsi. Attenzione a sostenere che non dobbiamo essere dellapartita riforme, ha avvertito Berlusconi secondo quanto vieneriferito, perche' i numeri di Forza Italia in Parlamento non ciconsentono di fare una opposizione tale da determinare leriforme stesse. Bisogna infatti tener presenti i numeri: alSenato siamo al 18% e alla Camera all'11%, se ci sfiliamo leriforme se le fanno da soli, magari in modo che ci penalizzino,ha sottolineato Berlusconi riferendosi in particolare allalegge elettorale e invitando il 'parlamentino' azzurro ariflettere quindi sui rischi di un'eventuale retromarcia diForza Italia. .