Responsabilita' toghe: Legnini, c'e' rischio ricorsi

(AGI) - Roma, 26 feb. - Nella legge sulla responsabilita'civile ci sono stati "passi in avanti ma anche punti critici daosservare attentamente". Lo dice in una intervista allaRepubblica Giovanni Legnini, vicepresidente del Csm. Ricorsi?"E' un rischio che c'e' e si se si dovesse verificare sara'necessario intervenire". Per Legnini, vanno ascoltate lepreoccupazioni dei magistrati "che - sottolinea - mi sembranoespresse nell'interesse della loro indipendenza e quindi deicittadini". E ancora, riferendosi alla normativa nellospecifico, Legnini afferma di prendere atto "delladisponibilita' di Orlando a rimeditare l'impatto della legge.Il Plenum si espresse con

(AGI) - Roma, 26 feb. - Nella legge sulla responsabilita'civile ci sono stati "passi in avanti ma anche punti critici daosservare attentamente". Lo dice in una intervista allaRepubblica Giovanni Legnini, vicepresidente del Csm. Ricorsi?"E' un rischio che c'e' e si se si dovesse verificare sara'necessario intervenire". Per Legnini, vanno ascoltate lepreoccupazioni dei magistrati "che - sottolinea - mi sembranoespresse nell'interesse della loro indipendenza e quindi deicittadini". E ancora, riferendosi alla normativa nellospecifico, Legnini afferma di prendere atto "delladisponibilita' di Orlando a rimeditare l'impatto della legge.Il Plenum si espresse con chiarezza. Due erano e rimangono ipunti critici, la valutazione preliminare di cui abbiamoparlato e la clausola di salvaguardia soprattutto sultravisamento del fatto e delle prove. Con il consenso di tutti- ha spiegato Legnini - vorrei affidare al Csm un attentomonitoraggio sull'attuazione e gli effetti concreti della leggeper suggerire, eventualmente, nell'esercizio delle prerogativeproprie del consiglio,le modifiche necessarie per salvaguardarela serenita' e l'indipendenza dei magistrati". .