Renzi: no cedimenti su sistema voto e lavoro, avanti cosi'

(AGI) - Bucarest, 13 nov. - La protesta della minoranza suicapilista bloccati? La richiesta di Forza Italia di innalzarela soglia d'ingresso? "Non c'e' nessuna trattativa" in corso,dice Matteo Renzi, oggi a Bucarest per sostenere Victor Ponta,il candidato socialista alle elezioni presidenziali. Il premiertira dritto, vede il traguardo a portata di mano, "la leggeelettorale - sottolinea - e' in dirittura d'arrivo". Dunquebasta diatribe sulla riforma del voto, anche perche' "gliitaliani non mangiano legge elettorale". Agli italiani,aggiunge il premier, "interessano i posti di lavoro, nonaltro". Il presidente del Consiglio chiude, si va

(AGI) - Bucarest, 13 nov. - La protesta della minoranza suicapilista bloccati? La richiesta di Forza Italia di innalzarela soglia d'ingresso? "Non c'e' nessuna trattativa" in corso,dice Matteo Renzi, oggi a Bucarest per sostenere Victor Ponta,il candidato socialista alle elezioni presidenziali. Il premiertira dritto, vede il traguardo a portata di mano, "la leggeelettorale - sottolinea - e' in dirittura d'arrivo". Dunquebasta diatribe sulla riforma del voto, anche perche' "gliitaliani non mangiano legge elettorale". Agli italiani,aggiunge il premier, "interessano i posti di lavoro, nonaltro". Il presidente del Consiglio chiude, si va avanti cosi'e si "approva nei tempi prefissati". Avanti tutta anche sulleriforme costituzionali e nessun cedimento, chiarisce ilpresidente del Consiglio, neanche sul jobs act. "Bene lamediazione, un grande passo avanti", ma la deadline resta lastessa: il primo gennaio le nuove regole sul lavoro andranno invigore, cio' che e' emerso oggi e' "gia' stato deciso indirezione". Il Capo dell'esecutivo fa capire di non volersottostare ai ricatti che arrivano da piu' parti, "stiamofacendo le cose sul serio, l'obiettivo e' portare l'Italiafuori dal pantano, dalle sabbie mobile delle polemiche diquesti anni". Per ottenere questo scopo l'unica direzione e'approvare le riforme. Il premier sfrutta la visita in Romania el'asse con i leader socialisti in Europa (a fine mese sara' inPortogallo) per rilanciare il tema dello sviluppo. "L'Europanon e' solo un luogo di vincoli e di contraddizione, in questianni si e' dimenticata della crescita, ora deve cambiare". Laprossima tappa e' l'Australia. Renzi partira' questa sera dallaRomania per approdare direttamente al G20 e iniziare il suopressing affinche' il presidente della Commissione Junkerspieghi il suo piano di investimenti da 300 miliardi. Lepolemiche in Italia sono alle spalle, "andiamo avanti per lanostra strada - conclude - convinti che riusciremo a dareall'Italia il ruolo che le spetta in Europa, il ruolo dilocomotiva non piu' ultima ruota del carro". (AGI)