Renzi da Putin, Libia "vera emergenza". L'omaggio a Nemtsov

(AGI) - Mosca, 5 mar. - Missione lampo ma di grande significatopolitico per Matteo Renzi a Mosca. Il premier e' stato ricevutoal Cremlino dal presidente russo, Vladimir Putin, con cui hadiscusso delle prospettive per una soluzione "politica ediplomatica" al conflitto ucraino, ma anche del ruolo di Moscain Siria, nella lotta all'Isis e nella guerra in Libia, ormaidiventato "una vera e propria emergenza". Renzi, arrivato mercoledi' sera a Mosca da Kiev, di primomattino ha reso omaggio a Boris Nemtsov, ucciso venerdi' nottein circostanze misteriose. Sostando alcuni minuti in silenziodavanti al tappeto di

(AGI) - Mosca, 5 mar. - Missione lampo ma di grande significatopolitico per Matteo Renzi a Mosca. Il premier e' stato ricevutoal Cremlino dal presidente russo, Vladimir Putin, con cui hadiscusso delle prospettive per una soluzione "politica ediplomatica" al conflitto ucraino, ma anche del ruolo di Moscain Siria, nella lotta all'Isis e nella guerra in Libia, ormaidiventato "una vera e propria emergenza". Renzi, arrivato mercoledi' sera a Mosca da Kiev, di primomattino ha reso omaggio a Boris Nemtsov, ucciso venerdi' nottein circostanze misteriose. Sostando alcuni minuti in silenziodavanti al tappeto di fiori che, da sabato, i moscovitidepositano sul ponte in cui e' stato ucciso il leaderdell'opposizione liberale, il premier ha lasciato un mazzo disei garofani rosa, numero pari come vuole la tradizione russa,avvolti in una coccarda tricolore. Un omaggio anche perchiedere che si assicurino "al piu' presto i colpevoli a unprocesso giusto e necessario" e a a confermare che sui diritticivili l'Italia "non ha un problema di 'timidezza'". "Quandodobbiamo dire qualcosa lo diciamo", ha assicurato Renzi. Da Putin, il premier ha esordito ricordando che si trattadel loro terzo incontro in quattro mesi, ma stavolta alCremlino "ed e' molto importante", ha detto il premier, aprendoil colloquio. Tra i temi ffrontati il rapporto tra Ue e Russia,la crisi ucraina e le questioni legate al Mediterraneo, apartire dalla Libia che Renzi ha definito "una vera e propriaemergenza". Putin ha osservato che i rapporti tra Italia e Russiastanno risentendo della crisi ucraina, ma ha sottolineato chel'Italia continua a essere uno dei "partner privilegiati" diMosca, "sia in Europa che nel mondo". "C'e' un calo a causa deinoti avvenimenti", ha osservato il leader russo, "pero' perlivello di interscambio l'Italia occupa un posto importante"."Lavoriamo insieme nel settore energetico, nella costruzionedei macchinari industriali, nello spazio e nel nucleare, nonpotrei non citare una sfera di attivita' in cui noncooperiamo", ha aggiunto Putin, definendo "molto attivo" ancheil dialogo politico tra i due Paesi. Del resto, come qualche ora prima aveva detto Renziintervistato dall'agenzia russa Tass, le relazioni tra Italia eRussia "hanno radici profonde non solo nella sfera economica,dove i nostri legami sono molto forti nonostante le attualisanzioni. nella nostra storia abbiamo qualcosa di veramentegrande, e noi dovremmo tentare di far rinascere questospirito". L'incontro e' cominciato alle 14 ora locali ed e' ancora incorso. Nel frattempo il Cremlino ha confermato che Putinvisitera' l'Expo 2015 a Milano, il 10 giugno, nella Giornatadella Russia all'Esposizione internazionale. (AGI).