Regionali: Landini, pochi al voto ma piazza senza precedenti

(AGI) - Firenze, 24 nov. - "Bisogna riaprire i canali dellapolitica e del confronto, vedo una partecipazione agli scioperisenza precedenti". Cosi' il segretario della Fiom MaurizioLandini, a Firenze per partecipare all'assemblea per il rinnovodella Rsu della Nuovo Pignone, commenta la bassa affluenza alleelezioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria. "Sono moltopreoccupato, la gente non va a votare perche' non si senterappresentata da nessuno. Piu' che discutere se qualcuno havinto o se qualcuno ha perso, e di quanti voti hanno preso,dovrebbero riflettere su quel punto li' - ha aggiunto Landini -

(AGI) - Firenze, 24 nov. - "Bisogna riaprire i canali dellapolitica e del confronto, vedo una partecipazione agli scioperisenza precedenti". Cosi' il segretario della Fiom MaurizioLandini, a Firenze per partecipare all'assemblea per il rinnovodella Rsu della Nuovo Pignone, commenta la bassa affluenza alleelezioni regionali in Emilia Romagna e in Calabria. "Sono moltopreoccupato, la gente non va a votare perche' non si senterappresentata da nessuno. Piu' che discutere se qualcuno havinto o se qualcuno ha perso, e di quanti voti hanno preso,dovrebbero riflettere su quel punto li' - ha aggiunto Landini -io sono andato a votare perche' quello e' un diritto che non mivoglio far togliere da nessuno, ma quando il 63% non va avotare, due milioni e piu' di persone, vuol dire che c'e'qualcosa che non funziona piu', vuol dire che chi fa politicasi deve render conto che e' lontano dalla gente. Non stannoscioperando solo iscritti alla Fiom, stanno scioperando gliiscritti ad altri sindacati, non iscritti, e vedo una domandadi partecipazione che dovrebbe avere una risposta. Il dato - haconcluso il segretario della Fiom - dovrebbe seriamente farriflettere le forze politiche e il governo, perche' senza ilconsenso delle persone non si cambia nulla". (AGI).