I No avanti di 20 punti. Renzi: "Grazie a tutti, comunque"

Le proiezioni della Rai e de La7 attribuiscono uno stacco netto 

I No avanti di 20 punti. Renzi: "Grazie a tutti, comunque"
 Matteo  Renzi (Afp)

Roma - Hanno vinto i No. La prima proiezione de La7 dà il Sì al 40,8% e il No al 59,2% e la conseguente bocciatura della riforma costituzionale voluta dal Governo al referendum confermativo di oggi. Renzi twitta "grazie a tutti, comunque".

 

 

Il Ministero degli Esteri rende noto che dei 4.052.341 di italiani all'estero aventi diritto al voto, hanno partecipato alla consultazione referendaria 1.251.728 elettori. Il dato corrisponde a un'affluenza del 30,89%.

Le reazioni

  • Forza Italia - "Renzi, che ha personalizzato questa campagna referendaria, lui che aveva detto che si sarebbe dimesso e ritirato a vita privata, adesso deve dimettersi" dice il capogruppo Renato Brunetta, oggi "e' una bellissima giornata per la democrazia perche' si e' scampato un grandissimo pericolo: oggi e' lo spartiacque tra democrazia e dittatura. La dittatura renziana e' finita". 
  • Pd - "Il risultato che si preannuncia dimostra che eravamo nel giusto a difendere le convinzioni nostre e di molti militanti e cittadini del centrosinistra", afferma Roberto Speranza leader della minoranza Dem
  • Ncd-Ap -  "Martedi alle 11 abbiamo convocato i gruppi parlamentari di Area popolare di Camera e Senato, mentre mercoledi' abbiamo convocato la direzione nazionale di Ncd per valutare l'esito del voto. Abbiamo sempre detto che dopo il referendum sarebbe stata necessaria una verifica". Cosi' il capogruppo di Area popolare, Maurizio Lupi, commenta i dati nella sede del partito
  • Rivoluzione Cristiana - "In materia costituzionale siamo un paese conservatore e ha le sue ragioni che d'ora in poi vanno maggiormente rispettate" dichiara il segretario nazionale, Gianfranco Rotondi,