Quirinale: giro di vite per auto blu, tagli e via al car sharing

(AGI) - Roma - Giro di vite sulle auto blu delQuirinale. Con un decreto del nuovo Capo dello Stato, SergioMattarella, diramato  [...]

(AGI) - Roma, 10 mar. - Giro di vite sulle auto blu delQuirinale. Con un decreto del nuovo Capo dello Stato, SergioMattarella, diramato la scorsa settimana, scende drasticamentel'uso delle auto di servizio in dotazione alla Presidenza dellaRepubblica. Le auto assegnate in modo stabile restano infattisolo due: quella dello stesso Presidente e quella delsegretario generale. Secondo quanto riferito dal Fatto, nellacircolare si stabiliscono per gli altri inquilini del Quirinaleun servizio legato solo ad esigenze di lavoro. Non avrannodunque piu' un'auto personale ne' i familiari del Presidentene' la moglie del segretario generale. Anche i consiglieri e icapi degli uffici dovranno poi adeguarsi a una sorta di carsharing: nessuno avra' piu' un'auto di servizio assegnata inpianta stabile ma tutti si dovranno avvalere del parco auto delQuirinale, secondo le esigenze legate all'impegnoprofessionale. Questo vuol dire che l'auto potra' accompagnarei vertici dell'amministrazione solo entro l'orario di lavoro esolo entro Roma. Le missioni fuori Roma dovranno essereautorizzate e solo in caso di esigenze di servizio. Iconsiglieri, poi, potranno essere accompagnati al termine delloro lavoro dall'ufficio al domicilio o ad altro luogo, mal'auto non li potra' piu' aspettare. Viene cosi' a esaurirsi difatto il servizio notturno, salvo in casi eccezionali legatiall'impegno di lavoro. Quanto al parco macchine per gli expresidenti e per i loro familiari, resta l'assegnazione aipresidenti emeriti, alla vedova e al figlio maggioreconvivente. Ma anche in questo caso l'auto per i familiari, ilcui uso non e' cedibile a nessuno, non puo' lasciare il comunedi Roma. .