Padoan: "manovra punta alla ripresa, riforma del lavoro e' cruciale"

(AGI) - Roma - La prossima manovra puntera' sullaripresa e incentivera' gli investimenti. A dirlo il ministrodell'Economia, Pier Carlo Padoan, secondo  [...]

(AGI) - Roma, 24 set. - La prossima manovra puntera' sullaripresa e incentivera' gli investimenti. A dirlo il ministrodell'Economia, Pier Carlo Padoan, secondo cui, inoltre, lariforma del lavoro e' cruciale. "La legge di Stabilita' -osserva l'inquilino di via XX settembre intervistato da LaRepubblica - tiene conto del fatto che il quadro macroeconomicoe' profondamente deteriorato rispetto anche solo a 5 mesi fa.Questo rende piu' difficile rispettare i vincoli di finanzapubblica. La manovra di bilancio parte da questo presupposto.Il secondo presupposto e' che il 3% non viene valicato. Ilgoverno sta facendo uno sforzo basato su tre pilastri. Il primoriguarda le riforme strutturali e in particolare quella dellavoro: le altre sono importanti, questa e' cruciale. Ilsecondo e' un risanamento favorevole alla crescita, cioe'misure volte ad abbattere i costi per le imprese derivanti dalcuneo fiscale sul lavoro, tramite tagli di spesa. Il terzo e'un sostegno agli investimenti soprattutto privati, ma non solo,con la semplificazione delle regole, a incentivi che siautofinanziano e altro". "C'e' una recessione lunga che pero' si sta attenuando e dacui stiamo gradatamente uscendo", spiega Padoan. "Questa -aggiunge - si e' aggiunta a due decenni negativi per laproduttivita' e di perdita della competitivita'. L'Italia none' paragonabile ad altri paesi. E' un Paese complesso, e' laseconda economia manifatturiera del continente. Da noi losforzo di aggiustamento del bilancio e' stato significativo elo vediamo nel bilancio pubblico in surplus al netto degliinteressi. Il sistema bancario ha dimostrato una tenutaimportante. Ma restano gli ostacoli alla crescita, pervasivi,che vanno aggrediti con le riforme". (AGI)