Padoan, "difficile estendere bonus alle famiglie. Riforma del lavoro e' cruciale"

(AGI) - Roma  - "Ancora non mi sono pentito di gravierrori. Ma avro' sempre tempo di farlo quando non saro' piu'ministro".  [...]

(AGI) - Roma, 24 set. - "Ancora non mi sono pentito di gravierrori. Ma avro' sempre tempo di farlo quando non saro' piu'ministro". Lo dice il ministro dell'Economia, Pier CarloPadoan, in un'intervista ad ad Avvenire. Quanto ai "millegiorni" di Renzi, sottolinea poi che "sono il periodo nel qualesi cominceranno a vedere i risultati. Non sono mille giorni dipromesse, sono mille giorni di lavoro. Le promesse sono stategia' fatte, ora si tratta di mantenerle e applicarle. Uncammino ancor piu' difficile se si vuole percorrerlo mantenendoil consenso".

Poi Padoan si sofferma sul rapporto con ilpresidente del Consiglio: "Per vincere le resistenze, lastrategia dura di Renzi e' quella giusta. Abbiamo grandesintonia sulle idee di fondo. Ci possono essere punti didiversita' su misure specifiche, ma la spinta innovatrice delgoverno, e del presidente del Consiglio in primo luogo, e'quello che fa la differenza".

Quanto al bonus, "con gli 80 euronon abbiamo mai pensato a una scossa. Viviamo una situazione diprofondo disagio, quindi, come prima cosa gli italiani pensanoa ricostituire il bilancio. Comunque bisogna aspettare e vederei risultati. Lo renderemo permanente, impegno che vienesottavalutato, perche' lo sforzo per il bilancio pubblico none' irrilevante".

"L'estensione alle famiglie? E' difficile -aggiunge Padoan -. Ci sono situazioni al margine che produconoeffetti paradossali, ad esempio se una famiglia con figli vieneesclusa perche' l'unico reddito supera il limite di pochi euro,ma questo avviene purtroppo ogni volta che si fissa una soglia.E' un paradosso difficile da correggere. Va anche tenuto contoche la necessita' di trovare soluzione a casi come questo, siscontra con l'esigenza di rendere piu' semplice e trasparentel'intero sistema fiscale. E' un problema - conclude - che cistiamo ponendo nella delega fiscale". (AGI)