Il governo pone la fiducia alla Camera sul decreto Intercettazioni

Il governo pone la fiducia alla Camera sul decreto Intercettazioni

La Conferenza dei capigruppo ha fissato la votazione domani pomeriggio alle 16.35. La commissione Affari sociali potrà comunque riunirsi per esaminare il dl sull'emergenza coronavirus,

Intercettazioni governo pone fiducia

© Silvia Lore / NurPhoto 
- Camera dei deputati, Montecitorio

Il governo, con il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, ha posto la questione di fiducia sul testo del decreto Intercettazioni, così come approvato dal Senato. la Conferenza dei capigruppo di Montecitorio, riunitasi subito dopo, ha stabilito che le dichiarazioni di voto sulla fiducia avranno inizio domani dalle ore 15. Le votazioni sulla fiducia inizieranno invece dalle 16,35. Domani mattina, nonostante lo stop di 24 ore dei lavori previsto da Regolamento dopo che il governo pone la questione di fiducia su un provvedimento, potrà comunque riunirsi la commissione Affari sociali per esaminare il decreto emergenza coronavirus. Dopo il voto sulla fiducia, domani l'Aula della Camera proseguirà con l'esame degli ordini del giorno (possibile seduta notturna), con possibile prosecuzione nelle sedute dei giorni successivi fino al voto finale sul provvedimento.