Napolitano al Papa, da visita Turchia spinta a armonia

(AGI) - Roma, 1 dic. - "A nome mio personale e del popoloitaliano tutto desidero porgerle il piu' cordiale bentornato alrientro dal suo viaggio apostolico in Turchia. Tutti coloro chehanno seguito il suo viaggio non potranno dimenticare i gestidi grandissima apertura, di sincero ecumenismo e reciprocacomprensione che hanno marcato la sua missione". Lo scrive ilPresidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in unmessaggio inviato a Papa Francesco. "Sono stati, quelli di Vostra Santita', gesti destinati acontribuire ad una maggiore armonia in una regione - rileva ilCapo dello Stato - da troppo tempo devastata

(AGI) - Roma, 1 dic. - "A nome mio personale e del popoloitaliano tutto desidero porgerle il piu' cordiale bentornato alrientro dal suo viaggio apostolico in Turchia. Tutti coloro chehanno seguito il suo viaggio non potranno dimenticare i gestidi grandissima apertura, di sincero ecumenismo e reciprocacomprensione che hanno marcato la sua missione". Lo scrive ilPresidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in unmessaggio inviato a Papa Francesco. "Sono stati, quelli di Vostra Santita', gesti destinati acontribuire ad una maggiore armonia in una regione - rileva ilCapo dello Stato - da troppo tempo devastata da tensioni e daindicibili sofferenze". "Confido che il significato, sia pastorale che politico,della sua visita possa costituire un forte incoraggiamento perla Turchia, e piu' in generale - scrive ancora Napolitano - perl'intera comunita' internazionale, ad affrontare le numerosecrisi che affliggono la regione mediorentale. Con profondaconsiderazione, le rivolgo il mio affettuoso pensiero". (AGI).