Mattarella a Expo: "nutrire pianeta e' inseparabile dalla pace"

(AGI) - Rho (Milano), 16 ott. - "Nutrire il pianeta e' unasfida epocale che abbiamo davanti ed e' inseparabile dallaparola pace". Lo ha detto il presidente della Repubblicaintervenendo alla cerimonia per il World Food Day. "Talvolta le regole della finanza - ha aggiunto -prevalgono su quelle dell'economia". "Nutrire tutte le personedel pianeta e' un grande progetto politico nellaglobalizzazione - ha aggiunto Mattarella - dove talvolta ildiritto e gli stati nazionali misurano, ogni giorno, i proprilimiti. Il tema di questa giornata dell'alimentazione"Protezione sociale e agricoltura per spezzare il ciclo dellapoverta' rurale"

(AGI) - Rho (Milano), 16 ott. - "Nutrire il pianeta e' unasfida epocale che abbiamo davanti ed e' inseparabile dallaparola pace". Lo ha detto il presidente della Repubblicaintervenendo alla cerimonia per il World Food Day. "Talvolta le regole della finanza - ha aggiunto -prevalgono su quelle dell'economia". "Nutrire tutte le personedel pianeta e' un grande progetto politico nellaglobalizzazione - ha aggiunto Mattarella - dove talvolta ildiritto e gli stati nazionali misurano, ogni giorno, i proprilimiti. Il tema di questa giornata dell'alimentazione"Protezione sociale e agricoltura per spezzare il ciclo dellapoverta' rurale" ci ricorda quante conoscenze sono necessarie,quante forze vanno raccolte, quante scelte positive vannocompiute e poste in connessione, per ottenere concretirisultati". In un altro passaggio del suo discorso, il presidenteMattarella celebra il successo e l'importanza di Expo "Sonolieto di celebrare con voi la Giornata mondialedell'alimentazione nel contesto dell'esposizione universale diMilano che si avvia a conclusione avendo registrato un successodi visitatori e avendo affermato i valori dell'ospitalita'italiana e riflessioni su un tema tra i piu' importanti perl'umanita' e il suo futuro", come quello dell'alimentazione.Quando a fine mese l'Expo si chiudera', stara' al mondo noncestinare il suo lascito "La carta di Milano che oggi vieneconsegnata al segretario generale dell'Onu Ban ki-moon durantela giornata dell'alimentazione, celebrata a Expo, e' il "Fruttodi un lavoro comune che dovra' continuare nel tempo" e'l'auspicio di Mattarella. "Il traguardo di una correttaalimentazione "puo' essere raggiunto - ha detto -. Il dirittoal cibo e all'acqua sono diritti che possono essere raggiuntiin tutti continenti". L'importante e' che il "dialogo prevalgasu fanatismo". La carta - ha ricordato - riconosce il diritto al cibo eall'acqua. E le adesioni raccolte hanno superato il milione". Solo un'azione congiunta dei paesi puo' portare a raggiungerel'obiettivo di un'alimentazione sana in tutto il mondo. "Lacooperazione puo' prevalere sul conflitto - ha osservato ilpresidente della Repubblica - Il dialogo puo' prevalere sulfanatismo, la crescita delle opportunita' puo' restringere laforbice delle disuguaglianze". Mattarella ricorda come anche in Italia e in Lombardia cisono stati tempi 'duri'. "Quando 70 anni fa, venne costituitala Fao, l'Europa stava faticosamente emergendo dalle tenebredella seconda guerra mondiale. Anche qui, in Lombardia, oramotore dell'economia italia, 70 anni fa si faceva la fila trale macerie di palazzi distrutti, per la distribuzione di generidi prima necessita'. Se quelle immagini sono per noi un ricordolontano, lo dobbiamo alla lungimiranza dei padri fondatoridell'Unione Europea, alla pace che nuove istituzioni, a partiredalle Nazioni Unite, hanno assicurato". .