Mafia a Roma, s'allarga inchiesta Spuntano legami con 'ndrangheta

(AGI) - Roma, 11 dic. - Due nuovi arresti nell'ambitodell'inchiesta mafia Capitale. Secondo le accuse i dueassicuravano il collegamento tra alcune cooperative gestitedalla 'consorteria' romana e la 'ndrangheta. Questa mattina ilRos ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere,emessa dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della localeprocura distrettuale antimafia, nei confronti di Rotolo Rocco eRuggiero Salvatore, entrambi indagati per associazione di tipomafioso nell'ambito dell'operazione "Mondo di Mezzo".Contestualmente un ulteriore soggetto, indagato a piede liberoe destinatario di informazione di garanzia, e' stato sottopostoa perquisizione locale e personale. Le

(AGI) - Roma, 11 dic. - Due nuovi arresti nell'ambitodell'inchiesta mafia Capitale. Secondo le accuse i dueassicuravano il collegamento tra alcune cooperative gestitedalla 'consorteria' romana e la 'ndrangheta. Questa mattina ilRos ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere,emessa dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della localeprocura distrettuale antimafia, nei confronti di Rotolo Rocco eRuggiero Salvatore, entrambi indagati per associazione di tipomafioso nell'ambito dell'operazione "Mondo di Mezzo".Contestualmente un ulteriore soggetto, indagato a piede liberoe destinatario di informazione di garanzia, e' stato sottopostoa perquisizione locale e personale. Le indagini hannodocumentato come gli indagati, organici all'organizzazionedenominata Mafia Capitale, abbiano assicurato il collegamentotra alcune cooperative gestite da Buzzi Salvatore, sotto ilcontrollo di Massimo Carminati, e la cosca Mancuso di Limbadi(Vibo Valentia) consorteria di matrice 'ndranghetista egemonenel vibonese. In tale ambito, secondo le accuse, sono emersigli interessi comuni dei due sodalizi mafiosi ed in particolarecome, dal luglio 2014, Buzzi, con l'assenso di Carminati,avesse affidato la gestione dell'appalto per la pulizia delmercato Esquilino di Roma a Campenni' Giovanni, imprenditore diriferimento della citata cosca, mediante la creazione di unaOnlus denominata Cooperativa Santo Stefano. I finanzieri delComando provinciale della Guardia di finanza di Roma,nell'ambito dell'operazione su "Mafia capitale" condotta con icarabinieri del Ros, hanno eseguito il sequestro di altre duesocieta' cooperative riconducibili a Salvatore Buzzi. Il valorestimato supera i 15 milioni di euro. Il nuovo provvedimento disequestro, emesso dal Tribunale di Roma a seguito di richiestadella Dda di Roma ed eseguito dal Nucleo di polizia tributaria,riguarda le quote societarie, il capitale sociale e l'interopatrimonio aziendale, comprese le disponibilita' finanziarie,della "29 Giugno Servizi Societa' Cooperativa di Produzione eLavoro" e della "Formula Sociale Societa' Cooperativa SocialeOnlus". E' in corso da questa mattina davanti al tribunale delriesame di Roma la discussione dei primi ricorsi presentatidalle difese di alcuni arrestati contro l'ordinanza di custodiacautelare del gip Flavia Costantini nell'ambito dell'inchiestasu Mafia Capitale. All'attenzione del collegio giudicante,presieduto da Bruno Azzolini, ci sono le posizioni di MassimoCarminati e del suo braccio destro Riccardo Brugia, entrambipresenti in aula e difesi da Bruno Giosue' Naso. A sostenere leragioni della procura, che chiedera' la conferma delprovvedimento restrittivo emesso per associazione di tipomafioso e per altri reati, sono i pm Paolo Ielo, GiuseppeCascini e Luca Tescaroli. (AGI)Red/Cav.